Home > Attualità > Successo per la marcia della pace dei bambini

Successo per la marcia della pace dei bambini

sabato 22 dicembre 2007


BOSCOREALE - Strepitoso successo della marcia per la pace “Un Natale per la Birmania” a sostegno dei diritti del popolo birmano organizzata dal 1° circolo didattico di Boscoreale, con il patrocinio del Comune. Due cortei colorati di rosso, mille e più alunni delle scuole primarie e dell’infanzia, volo di palloncini con i colori della pace, canti di alunni ispirati alla fratellanza e solidarietà, due minuti di silenzio della popolazione boschese allo scoccare delle campane della Parrocchia Immacolata Concezione, e tante candele accese sui balconi e fuori degli esercizi commerciali interessati al passaggio della marcia, hanno totalmente coinvolto e trascinato la cittadinanza di Boscoreale. I boschesi si sono uniti in un unico abbraccio, a sostegno dei monaci birmani che, guidati dallo spirito della lotta pacifica, della lotta non violenta, hanno spinto la popolazione a vincere la paura del regime e dell’oppressione scatenata dalla giunta militare repressiva in Birmania.
Gli alunni del 1° circolo didattico, amorevolmente seguiti dalle insegnanti e dai genitori, sfidando pioggia e freddo, con indescrivibile partecipazione, e con tanta commozione, hanno lanciato messaggi di pace e di solidarietà indirizzati al popolo birmano. Dalla loro voce innocente giunge questo messaggio, che deve essere metabolizzato e fatto proprio da tutti per vincere la violenza e la sopraffazione che sovente la fa da padrone anche nel nostro Paese: “Una marcia per la pace rappresenta per noi un momento speciale. Il Natale è alle porte. Significa per noi amore, pace e solidarietà, ma ci sono ancora troppe persone e bambini che soffrono in tutto il mondo. Ci sono violenze, terribili guerre e tanta povertà, ma noi non perdiamo la speranza. Pensiamo sia possibile costruire e sostenere la pace nel mondo. Perciò impegniamoci a chiedere la pace per gli anziani ed i giovani, per i deboli ed i forti della terra, per tutti i popoli, senza distinzione di lingua, di razza e di cultura”.
La manifestazione, sotto una pioggia battente, si è conclusa in Piazza Vargas, dove il lungo serpentone si è trasferito da Piazza Pace, con la “cordata dell’amicizia”. Un immenso girotondo di mani innocenti che si sono strette invocando a gran voce la pace nel mondo.
“Con la marcia , che ha coinvolto la cittadinanza e le istituzioni di Boscoreale, i nostri alunni hanno voluto esprimere tutto il loro orrore di fronte all’uccisione di manifestanti pacifici. Disperdere nel sangue le manifestazioni dei monaci buddisti, che sfilavano in modo pacifico contro la dittatura militare del Paese, è un atto di totale inciviltà che il mondo democratico non può accettare – ha affermato la dott.ssa Patrizia Porretta, Dirigente scolastico-. E’ passata qualche settimana dall’orrore di Myanmar ed il messaggio che arriva da alunni ed insegnanti del 1° circolo di Boscoreale è quello di continuare a sostenere la lotta del popolo birmano e non dimenticare le loro sofferenze”

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.