Home > Cronaca > Ottaviano. Precipita in una botola al cimitero: corsa ai numeri al (...)

Ottaviano. Precipita in una botola al cimitero: corsa ai numeri al lotto

martedì 25 ottobre 2011, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Precipita nella botola della cappella di famiglia, riporta contusioni e in città c’è chi esorcizza giocando i numeri al lotto. Una storia limite tra l’orrido e il comico, che però poteva trasformasi in tragedia. Sono le ore 16,00 quando una signora di 64 anni, residente ad Ottaviano, in via San Giovanni XXIII si reca al cimitero cittadino. La donna è in procinto di entrare all’interno della cappella di famiglia dove riposa il marito perso qualche anno fa. La donna ha in mano fiori e ceri, un modo per ricordare il suo caro e per allestire la cappella in vista delle festività dei defunti, un rituale ormai consueto. Ma qualcosa non va per il verso giusto. Apre la cappella e in meno che non si dica precipita in una fossa di almeno due metri. Una caduta assurda, che vede la donna schiantarsi al suolo. E sul suo corpo parte della pavimentazione di marmo. Subito scatta il panico. La donna infatti cosciente ma immobile inizia a gridare aiuto: una scena surreale e decisamente agghiacciante. Lei stesa all’interno del sottoscala dove solitamente vengono deposte le bare dei defunti, e dove un feretro giace, cerca di rialzarsi. Ma il peso è tropo forte, non riesce a muovere le gambe e ritorna ad urlare. Passano svariati minuti fino a quando i necrofili, in procinto con il guardiano di chiudere il cimitero, avvertono le urla. Si avvicinano alla cappella, e dopo qualche minuto di perplessità e un pizzico di paura, si accorgono che la donna è bloccata all’interno della botola e subito chiedono aiuto. Sul posto arrivano vigili del fuoco e vigili urbani. Solo dopo un ora la donna riuscirà ad essere tirata fuori dal cunicolo. Per lei contusioni su buona parte del corpo, trauma cranico ma fortunatamente la diagnosi è solo per dieci giorni. Per lei solo un grande spavento che però ha fatto il giro del paese, tanto che i più superstiziosi hanno esorcizzato l’inquietante accaduto puntando numeri al lotto. Due i numeri giocati il 90 per la paura e 56 per la caduta tutto rigorosamente sulla ruota di Napoli.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.