Home > Sport > San Paolo senza grinta, Benevento va a nozze!

CAMPIONATO REGIONALE DI SERIE "D" DI PALLAVOLO

San Paolo senza grinta, Benevento va a nozze!

Vistose lacune soprattutto nei fondamentali di ’difesa’ non consentono al sestetto di coach Emilio Casillo una quadratura in grado di esprimere un gioco corale. C’è bisogno di una maggiore fiducia nei propri mezzi e soprattutto di gettare il cuore oltre la rete nella consapevolezza che nessuna avversaria ti regala niente.

domenica 13 novembre 2011, di Mauro Romano


San Paolo 1- Benevento 3!!! E’ questo l’amaro verdetto per le padroni di casa nella quinta giornata di campionato del girone “B” della serie “D” femminile. Una gara che nelle intenzioni della vigilia di Curcio e compagne, doveva dare la svolta ad un inizio altalenante, sin’allora caratterizzato da due vittorie ed altrettante sconfitte. Insomma, indirizzare le sorti della squadra verso un cammino dignitoso e delineare un proprio ‘carattere’, una propria personalità che al momento latitano.

Ma il rebus non è sciolto. La squadra è apparsa indecisa sul da farsi, timorosa soprattutto nei fondamentali di difesa. E da lì nascono situazioni raccapriccianti nella costruzione del gioco che, in verità, - nota positiva insieme ad un ‘battuta’ discreta - finalizza bene quando l’azione si sviluppa in modo efficace. Cosa che, comunque si è notata soprattutto nel terzo set, unico vinto dalla squadra locale.

Il ‘muro’ si sbriciola agli attacchi delle avversarie, non aiutando, in tal modo la ‘difesa’. La ricezione, a dir poco insicura, è stata messa continuamente in crisi dal servizio avversario, in virtù di una evidente staticità nel piazzamento della seconda linea. Alcune evitabilissime ‘distrazioni’, non hanno consentito una ‘copertura’ efficiente che evitasse la caduta della palla in ‘zona di conflitto’.

Le giovanissime atlete del Benevento volley hanno messo ripetutamente in crisi la compagine del presidente Vittorio Curcio, praticando un gioco lineare che basa la propria azione su fondamentali applicati con diligenza in virtù di una ‘scuola’ inesauribile che sciorina in continuazione giovani talenti in erba che dimostrano di aver appreso le nozioni sapientemente inculcate. Una ‘quadratura’ di squadra che sopperisce agli inevitabili peccati di gioventù individuali … quelle piccole lacune ovvie che comunque lasciano intravedere lunghi margini di miglioramento.

Lo stesso, per quanto visto in campo, si auspicherebbe per il ben più esperto sestetto del San Paolo Volley, che, dopo cinque giornate di campionato si trova con 6 punti in classifica, posizionato appena sopra la pericolosa ‘zona rossa’.

A mister Emilio Casillo il delicato compito di ridare fiducia al gruppo, per non vedersi sbriciolare tra le mani una bella realtà qual’è il San Paolo Volley. Purtroppo, al momento solo nelle intenzioni. E si, perché, se il risultato del campo non collima con i buoni propositi del tempo dell’allestimento del sodalizio, la fiducia va a farsi benedire … ed allora si che sarebbero cavoli amari per tutti!!!

Il consiglio che si può dare in situazioni del genere è quello di fare ‘tabula rasa’ e fermarsi ad un attimo di riflessione sul come e sul perché di certe inadeguatezze. Tenersi ben strette le cose positive e lavorare sodo sui punti deboli della squadra. E fare questo senza abbattersi o convincersi che i limiti mostrati sinora siano irreversibili!

Col lavoro, con la tenacia, con l’applicazione e col carattere … i miglioramenti verranno perché le giocatrici sono all’altezza del campionato che disputano. C’è bisogno di una maggiore fiducia nei propri mezzi e soprattutto di gettare il cuore oltre la rete nella consapevolezza che nessuna avversaria ti regala niente.

Si può fare, ragazze!!!

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.