Home > Politica > L’Udeur: "Una maggioranza litigiosa lascia la città nell’immobilismo"

La lettera del segretario Lello D’Avino critica anche il Partito Democratico

L’Udeur: "Una maggioranza litigiosa lascia la città nell’immobilismo"

venerdì 28 dicembre 2007


SOMMA VESUVIANA - Dal segretario cittadino dell’Udeur riceviamo una lettera che pubblichiamo.

POPOLARI UDEUR DI SOMMA VESUVIANA
LETTERA APERTA AI CITTADINI

Cari concittadini
Sono trascorsi quasi sedici mesi dalla nomina del nuovo consiglio comunale e Somma si trova a vivere una situazione di totale paralisi ed abbandono dovuto a:
- litigiosità tra le varie forze politiche della maggioranza;
- discordia tra gli esponenti dello stesso partito; spartizione di cariche pubbliche;
- risoluzione solo degli affari personali e familiari.
Questo modo di fare politica ha portato il Sindaco a non prendere decisioni e posizioni; pertanto il paese vive una immobilità totale.
Questa maggioranza fa acqua da tutte le parti; non c’è unione, né condivisione ma solamente ostracismo verso il lavoro della macchina amministrativa.
Cosa ha fatto questa amministrazione per le politiche ambientali, piano traffico, pubblica istruzione, politiche sociali, cultura spettacolo e turismo?
C’è da rispondere niente o quasi niente.
Si è preoccupata di collocare poche piante da fiore nei pressi di squallide fontane pubbliche o a recintare piccoli spazi verdi.
A che punto sta la raccolta differenziata porta a porta?
Le strade e le piazze della nostra città sono diventate discariche a cielo aperto specialmente nella periferia con grave pericolo per la salute dei cittadini che sono costretti a respirare la diossina che si sprigiona dalla bruciatura dell’immondizia nei cassonetti.
A S. Maria a Castello i ristoratori devono convivere con una situazione igienico sanitaria che supera il livello di guardia.
Proprio questa zona, in quanto area protetta perchè fa parte dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, dovrebbe essere il nostro fiore all’occhiello per incrementare il turismo ed esaltare il collegamento tra ambiente-agricoltura-turismo al fine di determinare il così detto turismo agricolo con valorizzazione dei prodotti locati, si trova in una grave situazione di degrado ed abbandono.
A tutt’oggi, nulla è stato fatto per migliorare la viabilità e cercare di eliminare il traffico cittadino che è fonte di inquinamento e malattie.
A Somma c’è un traffico caotico con paralisi totale della circolazione specialmente nelle ore di punta ed in concomitanza dell’uscita degli alunni dalle scuole soprattutto in Piazza Trivio, via Roma, via Aldo Moro.
A chi attribuire la colpa di tutto questo? Mi viene spontaneo dire: all’incapacità o alla non volontà di operare da parte delle autorità competenti.
La manutenzione degli edifici scolastici è carente e le zone adiacenti ad essi presentano una situazione igienico sanitaria precaria.
Che spreco di denaro pubblico, che schifezza! Quanto sconforto e sfiducia si legge sui volti della gente comune.
Non è stato ancora realizzato il palazzetto dello sport. I nostri giovani quando potranno usufruirne? Per ora possono solo utilizzare strutture private con dispendio di denaro perché, diciamocelo francamente, non c’è cultura dello sport . Che delusione....!
Niente è stato fatto per il piano sicurezza e legalità.
Somma vive nell’abbandono più totale e tra i cittadini c’è la paura di rappresaglie da parte di balordi che scorazzano indisturbati per le vie del paese.
Cosa ha fatto o prevede di fare l’attuale amministrazione per la famiglia, per la terza età e per ridurre il disagio dei disabili . Per adesso tutto tace.
Che dire delle numerose chiese monumentali presenti sul territorio e del borgo medievale del Casamale, vanto storico per la nostra città e per il Parco Vesuvio. Il borgo più famoso dei 13 paesi del Parco nazionale del Vesuvio ha cambiato il suo volto, sta cadendo a pezzi e nessun progetto serio per la sua riqualificazione è stato ancora fatto.
Qual è la situazione del sito archeologico della Starza Regina?
Come questa amministrazione pensa di valorizzarlo, conservarlo e tramandarlo ai posteri, una volta che i giapponesi termineranno la loro opera di scavo?
Non dimentichiamo che se giustamente e dovutamente reclamizzato e valorizzato sarà, in un futuro prossimo, richiamo di visitatori da tutto il mondo.
Non c’è in questa maggioranza la volontà di attuare quanto scritto nel programma politico presentato in campagna elettorale, ma solo la realizzazione di affari personali e familiari senza rispettare il popolo.
È tempo di cambiare e di dare un volto serio e concreto alla Politica del nostro paese attanagliata da circoli viziosi di favoritismi, protagonismi e riconciliazioni che hanno permesso all’attuale maggioranza di poter governare anche grazie alla frattura creatosi nel centro sinistra nelle ultime elezioni.
Bisogna fare le scelte politiche giuste. La vittoria di questa maggioranza fantasma si può solo attribuire ad una parte del centro sinistra e precisamente proprio a quella parte che ha dato vita al nuovo partito democratico.
Sperare che questo nuovo partito possa risolvere i problemi di Somma è quasi un’utopia.
È vero che e un partito appena nato dalla facciata esterna nuova, ma chi sono le persone che militano in esso? La risposta è scontata: sono le stesse persone che hanno consegnato la vittoria alla maggioranza che governa quando hanno creato la divisione delle forze del centro sinistra.
La gente comune è stanca di ascoltare sempre le stesse lamentele, credo che sia giunta l’ora di dire basta ed iniziare una politica di centro riformista popolare.
Chi vi parla è un politico con esperienza provinciale, regionale e nazionale che oggi ricopre la carica di segretario dei popolari UDEUR di Somma Vesuviana.
L’impegno mio e quello del partito è stato ed è rivolto al servizio del bene pubblico e dell’interesse collettivo. Personalmente ho profuso energie allo scopo di dar voce e sostegno alle esigenze vere e concrete dei cittadini.
Ora più che mai c’è bisogno di voltare pagina e per questo, invito tutti quelli che condividono le mie idee: giovani, associazioni, partiti politici moderati, mondo culturale, imprenditori, ad unirsi a noi dell’UDEUR per realizzare un vero grande centro riformista popolare che darà rilancio al nostro Paese.
Il partito popolare UDEUR forte dell’importante risultato conseguito nelle ultime amministrative, in quanto primo partito della coalizione del centro sinistra, continuerà ad agire nel pieno rispetto dei principi di moralità, responsabilità e trasparenza e di non tradire la fiducia ad esso accordata per poter così realizzare in un futuro prossimo il progetto di una città vivibile e protagonista del nostro domani e del domani dei nostri figli. Per il presente sarà vigile ed intransigente per evitare che questa maggioranza possa creare ulteriori gravi danni alla nostra città.

Il segretario cittadino
Popolari UDEUR
Lello D’Avino

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.