Home > Cronaca > Napoli. Giuramento per gli allievi della Nunziatella: "passaggio dello (...)

Napoli. Giuramento per gli allievi della Nunziatella: "passaggio dello spadino" alla presenza delle massime autorità

lunedì 21 novembre 2011, di Giovanna Salvati


Napoli.Alla presenza delle più alte cariche militari regionali si è tenuta questa mattina la cerimonia di giuramento di fedeltà alla Repubblica per gli allievi della Nunziatella di Napoli. Un doppio appuntamento quello in Piazza Plebiscito,caratterizzato dall’intervento del capo di stato maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’Armata Giuseppe Valotto, che ha celebrato il 224esimoanniversario della fondazione della scuola militare più antica d’Europa e il giuramento di Fedeltà alla Repubblica italiana degli allievi del 224esimocorso. Un momento fatto di tradizione con il consueto rito della "consegna dello spadino", gesto con il quale l’allievo "anziano" del 222esimo corso investe formalmente della qualifica di allievo in neo cadetto. Presenti inoltre il comandante dell’Accademia militare di Modena, generale di Divisione Massimiliano Del Casale, monsignor Vincenzo Pelvi, ordinario militare per l’Italia,istituzionali, il questore Luigi Merolla, il prefetto Andrea De Martino,procuratore capo di Napoli, Giandomenico Lepore, in rappresentanza del sindaco l’assessore Narducci, e il console degli Stati Uniti d’America a Napoli Donald Moore. Durante la manifestazione si è svolta anche la consegna della stecca d’argento da parte degli ex allievi del corso 1960 ad un ragazzo del corso di quest’anno, a simboleggiare il passaggio che lega e per sempre gli"alunni" della scuola. Tanto l’entusiasmo per le nuove reclute della più antica scuola militare della Nunziatella di Napoli, come ha ricordato lo stesso comandante della Nunziatella, colonnello Bernardo Barbarotto .

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.