Home > Attualità > Pollena. L’autofinanziamento per i lavori al cimitero

Pollena. L’autofinanziamento per i lavori al cimitero

mercoledì 23 novembre 2011


Il consiglio comunale monotematico sull’ampliamento del cimitero ha confermato il percorso intrapreso dall’amministrazione guidata dal sindaco Francesco Pinto circa la realizzazione dell’opera. Diversamente la pensava la minoranza che aveva osteggiato il progetto nei termini in cui era posto.
“Per quanto riguarda l’aspetto dei contenziosi, sui quali tanto si è discusso in questo periodo, la relazione messa agli atti del Consiglio ha evidenziato l’illegittimità della precedente procedura del Project Financing e quindi la possibilità in capo all’amministrazione comunale di revocarla in autotutela e di procedere in un’altra direzione”, spiega il primo cittadino. “In questa ottica, l’amministrazione ha deciso di realizzare l’opera in autofinanziamento perché riteneva questa procedura l’unica in grado di offrire garanzie sulla realizzazione dell’opera e di mettere al riparo sia i cittadini che l’Ente da eventuali speculazioni”, dice ancora Pinto. Nel corso della stessa seduta di Consiglio, è stato anche chiarito un altro punto importante. “I cittadini non corrono alcun rischio nel versare le somme per ottenere la concessione di loculi, ossarietti e suoli per cappelle gentilizie, in quanto le stesse vengono depositate su un conto dedicato e quindi non possono essere utilizzate per altri scopi”, chiarisce il sindaco. “In ogni caso – aggiunge – qualora non si riuscisse a portare a compimento l’ampliamento, le somme verrebbero interamente restituire agli cittadini”. Il sindaco di Pollena Trocchia ha poi rivolto ai propri concittadini “un invito a presentare le domande entro il termine stabilito del 15 dicembre 2011”. “Non vorrei infatti che, influenzati dalle voci alimentate ad arte in questo periodo, i cittadini rinunciassero al proprio diritto di accedere alle concessioni non presentando domanda e quindi precludendosi la possibilità di acquisto dei loculi. Qualora le domande per la concessione risultassero in un numero inferiore alle nostre aspettative, procederemmo ad un ampliamento proporzionato alle richieste ricevute”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.