Home > Cultura > Saviano, al Teatro/auditorium l’inizio è degli ’Erga Omnes’

OTTAVA RASSEGNA TEATRALE CITTA’ DI SAVIANO

Saviano, al Teatro/auditorium l’inizio è degli ’Erga Omnes’

Alle 17,30 di stasera si parte con l’ottava edizione della rassegna teatrale intitolata al compianto illustre cittadino savianese Carmine Mensorio. Patron Palladoro ha messo a posto ogni componente per consentire alle compagnie di potersi esibire al meglio e al pubblico di potersi divertire ancor di più di come è stato nelle precedenti edizioni.

sabato 26 novembre 2011, di Mauro Romano


A rompere il ghiaccio sarà la compagnia di Villaricca "Erga Omnes", della quale è proverbiale l’impegno nel sociale con l’occhio sempre rivolto a scopi umanitari. L’opera presentata, scritta e diretta da Vincenzo Pianese, sarà "Per grazie ricevute". Per il gruppo dell’hinterland napoletano trattasi del debutto assoluto sul palcoscenico savianese.

L’inizio della messa in scena è stata anticipata, previo accordo tra le parti, alle ore 17,30, per consentire agli spettatori – che si aspettano numerosi – di poter assistere, poi alla partita del Napoli di stasera sul campo dell’Atalanta.

La giuria presieduta dal prof. Gigi Manfredi, scrittore e commediografo, assegnerà cinque premi a fine rassegna. Alla compagnia prima classificata al termine di tutte le votazioni, sarà assegnato il premio “Carmine Mensorio”. Poi vi sarà un riconoscimento particolare al miglior attore ed alla migliore attrice protagonisti. Altri due premi verranno assegnati all’attore ed all’attrice non protagonisti maggiormente distintosi.

La commissione giudicatrice, inoltre, assegnerà un premio speciale ad una seconda compagnia, escluso la vincitrice.

I premi, come già negli anni precedenti, verranno offerti dalla famiglia Buglione.

Non resta che augurare buon divertimento a tutti.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.