Home > Attualità > Notte Magica a Sant’Anastasia

Notte Magica a Sant’Anastasia

sabato 29 dicembre 2007, di Mina Spadaro


SANT’ANASTASIA. Finalmente rivedremo il nostro paese vivere anche di notte. Tutto è pronto, infatti, per la prima “Notte Magica”: una notte di musica, danza e spettacoli che si svolgerà stanotte, 29 dicembre, in via Roma e in piazza Madonna dell’Arco. Per la serata tutti i negozi resteranno aperti, partecipando, così, al concorso “La vetrina più bella”. “Per una “Notte Magica” vorremmo offrire alla cittadinanza la possibilità di scendere di nuovo per le strade e vivere il paese soffermandosi a guardare le vetrine, a fare acquisti, ad ascoltare musica, a divertirsi insieme. – spiega l’assessore allo spettacolo, allo sport e alle attività produttive, Pasquale Miniero rivolgendosi ai negozianti – Per questo chiediamo a voi tutti di essere i principali interpreti dell’iniziativa, restando aperti e illuminando tutta la notte con le vostre vetrine.” Le vetrine più belle ed in tema con queste festività saranno premiate con coppa e targhe da un’apposita commissione in una serata successiva. Per l’occasione, via Arco sarà chiusa al traffico e il Santuario riaprirà le porte alle 21,00 ed al suo interno si terrà alle ore 22,30 un concerto della Corale del Santuario, dal titolo “Gloria in Excelsis Deo”, musiche natalizie dal ‘400 ai giorni nostri. In piazza, invece, si potrà assistere agli spettacoli musicali di Emiliana e Nello Esposito, alle danze Hip Hop di Claudia Del Giudice, ai canti sudamericani accompagnati da ballerine brasiliane. Artisti di strada completeranno la scenografia che, anche in via Roma, chiusa al traffico, vedrà la partecipazione di ballerine del gruppo Dream Dance e lo spettacolo musicale “Taverna in piazza” di Francesca Di Giacomo. L’evento sarà arricchito da panettoni, spumante e fagiolata di mezzanotte offerta dalla ditta Gastro Sapori catering, nonché dall’impegno dei negozianti a praticare sconti nel corso della “Notte Magica”. Da troppi anni Sant’Anastasia è un paese morto, senza giovani per strada e senza luoghi di ritrovo. “La notte magica è un segnale ai giovani. – sottolinea Miniero – Loro devono rioccupare gli spazi del paese e frequentarli con maggiore assiduità. L’invito, inoltre, è anche quello di rilanciare il commercio, di divertirsi e di godersi gli spettacoli”.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.