Home > Cronaca > Striano. Alta Velocità, le accuse del sindaco Del Giudice "che fine ha fatto (...)

Striano. Alta Velocità, le accuse del sindaco Del Giudice "che fine ha fatto il progetto?"

lunedì 5 dicembre 2011, di Giovanna Salvati


Striano. “Alta Velocità a Striano? Ci hanno solo preso in giro” Esordisce cosi il primo cittadino Antonio Del Giudice riferendosi al progetto italo-belga con capogruppo Philippe Samyn & Partners che prevedeva la realizzazione di una nuova stazione d’interscambio Vesuvio Est che sarebbe dovuta sorgere nella zona di Striano, a confine tra Poggiomarino e Sarno, all’incrocio fra la linea veloce a Monte del Vesuvio e la Circumvesuviana. Un progetto costato circa 32,5 milioni di euro ma che tutt’ora non vede nessun imput di realizzazione, come spiega lo stesso sindaco Del Giudice “era prevedibile che non si partisse mai se già le premesse erano negative. Avevo chiesto un anno fa, e l’ho rifatto più volte, di essere partecipe di tutte le azioni che sarebbero state messe in campo nella nostra cittadina, operazioni che avrebbero rappresentato lo sviluppo del nostro territorio ma che poi si sono eclissate in un lampo. Prima ci hanno convinto e illuso e poi ci hanno abbandonato”. Il progetto infatti sembra stranamente arenato, denominato "Leggero forte e chiaro 1 2 3" proponeva una minima occupazione del territorio, estendendosi parallelamente alla linea Avellino, prevedeva inoltre una grande galleria trasparente a sezione parabolica, il cui disegno rimandava alle grandi architetture ferroviarie dell’ottocento e i grandi edifici circolari esterni alla stazione che contengono il parcheggio multipiano. L’edificio sarebbe stato poi completato dalle pensiline per le due linee ferroviarie e dalla viabilità connessa. Insomma un progetto a cinque stelle con tanto di parcheggio multipiano, per un totale di superficie di oltre ottomila metri quadri. “Pretendiamo delle risposte dagli alti vertici regionali, - conclude il sindaco di Striano Del Giudice - da chi meno di un anno fa aveva pubblicizzato per il 2015 il grande polo ferroviario”. Dal 2010 però ad oggi nessun cantiere è stato messo in campo sul territorio strianese.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.