Home > Cronaca > Nola. Il Vescovo De Palma "la vera crisi è solo antropologica"

Nola. Il Vescovo De Palma "la vera crisi è solo antropologica"

mercoledì 7 dicembre 2011, di Giovanna Salvati


Una crisi quella che dall’economia alla politica, passando per il sociale, attraversa tutti i settori e nei quali esiste una sola via d’uscita, la riscoperta dei valori sani. Questa la tesi portata dal Vescovo della Diocesi di Nola Beniamino De Palma che sul tema crisi individua un solo colpevole: l’uomo e la prevaricazione incondizionata dei suoi interessi.“ Se vogliamo risolvere questa crisi non ci possiamo accontentare assolutamente di tamponamenti momentanei. La crisi che stiamo vivendo oggi – sottolinea Sua Eccellenza De Palma - non fa parte di una crisi puramente politica, sociale o economica. Va oltre. Si tratta di un male grave, quello di una crisi antropologica. Oggi la crisi e’ marchiata dal cedimento di quei valori che vengono a mancare in ogni settore: la crisi della politica, il predominio degli interessi personali,l’uomo diventa così incapace di relazionarsi e non trova altra soluzione che quella di far prevalere l’interesse individuale . Tutti i valori sono saltati – continua con amarezza il Vescovo - tutti quelli con i quali l’uomo si trova ogni giorno a dover fare i conti”. Eppure risolvere la crisi è possibile “ma prima bisogna domandarsi chi è l’uomo in questo momento, quell’uomo che non crede più in valori sani perché sono stati toccati da altri interessi, quelli che hanno preso il sopravvento con interessi personali, materiali dove la logica ha fatto dimenticare all’uomo la purezza delle cose. Tutto viene toccato dall’uomo basti pensare ai meccanismi politici, alla stessa economia ma se non si rientra in quella visione di concezione umana la crisi non verrà mai superata. Sino a quando l’uomo diventa un mezzo e non il fine allora siamo nel mezzo di una tragedia generale”. Poi si rivolge ai giovani presenti e con ammonizione inveisce con i pugni stretti “ siete voi la nuova generazione, quella che deve riscoprire più speranza, più solidarietà, più ottimismo per risolvere la crisi tutti insieme. Dovete calcare voi quello che vale nella vita e non inseguire ideali superficiali. L’esempio del progetto Bcc, e l’idea di un comitato promotore – conclude il religioso – sono l’esempio di una scelta coraggio ma sopratutto il risveglio per qualcosa finalmente di buono”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.