Home > Cronaca > Poggiomarino. A lezione di Pronto Soccorso tra i banchi di scuola

Poggiomarino. A lezione di Pronto Soccorso tra i banchi di scuola

mercoledì 21 dicembre 2011, di Giovanna Salvati


Poggiomarino. A lezione di Primo Soccorso: studenti ed esperti insieme per imparare ed insegnare le norme del primo soccorso. E’ ancora una volta la Misericordia di Poggiomarino a scendere in campo per sensibilizzare ed educare, ma soprattutto per imparare le tecniche del primo soccorso. Un percorso che vede i volontari dell’Associazione Misericordia salire in cattedra con i bambini e i ragazzi delle scuole del territorio, terminato qualche giorno fa. I destinatari questa volta sono stati i bambini del I Circolo Didattico dove i volontari Giuseppe Somma, Giovanna Quercitelli, Giovanni Specchio, Paduano Giuseppina e Alessandro Tucci, guidati dal Presidente Pino Milone hanno incontrato le quinte classi. Giocando hanno trasmesso alle giovani reclute l’importanza innanzitutto del volontariato, con una serie di informazioni per chi ogni giorno si dedica all’impegno sociale. Obiettivo del corso è stato invece insegnare ai ragazzi come non perdere calma e autocontrollo in caso si trovassero a dover intervenire; inoltre, vista la giovane età, parte delle lezioni è stata dedicata a norme comportamentali da tenere e quali siano le possibili conseguenze di imprudenze tipiche di questa fase di crescita. Agli alunni, quindi, nella prima parte delle lezioni sono state fornite le principali nozioni e modalità comportamentali in caso di intervento, in una seconda fase sono state invece spiegate e mostrate loro le principali manovre cardiopolmonari per un corretto primo soccorso ed infine sono stati coinvolti in prima persona in esercitazioni con appositi manichini. “Partire dai banchi di scuola per sensibilizzare – ha spiegato il Presidente Pino Milone della Misericordia – è un occasione per sensibilizzare a quelli che possono essere gli imprevisti anche magari nell’ambiente scolastico. Inoltre prevenire insegnando tecniche semplici attraverso il gioco può rappresentare un doppio investimento umano per i più piccoli, per i docenti e soprattutto per i genitori”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.