Home > Cronaca > Ottaviano. Pacchi dono agli indigenti: l’iniziativa natalizia del sindaco (...)

Ottaviano. Pacchi dono agli indigenti: l’iniziativa natalizia del sindaco Iervolino

mercoledì 21 dicembre 2011, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Pacchi agli indigenti, l’iniziativa natalizia parte dal settore sociale e porta la firma del primo cittadino Mario Iervolino. Regalare un sorriso a volte è scontato, ma per chi ogni giorno cerca di sopravvivere, diventa quasi una estenuante attesa, un miracolo per trascorrere un Natale più sereno e tranquillo. Ma ad Ottaviano quell’atteso raggio di sole sembra aver illuminato i cuori e soprattutto le tasche di oltre 220 famiglie in difficoltà economica. Un iniziativa lodevole, che ha il sapore di una storia speciale tipica delle festività natalizie da mettere sotto l’albero per insegnare bontà ed altruismo, che parte dalle politiche sociali per trovare piena adesione in primis dal sindaco Iervolino che senza grossi sforzi ha poi visto l’adesione di tutti i componenti dell’esecutivo. Tutto parte dalla sensibilità del’ente ad aderire ai principi generali impartiti dalla Legge regionale n.11/ 2007 che indica di procedere proprio alla distribuzione di derrate alimentari a favore delle persone meno abbienti presenti sul territorio comunale avvalendosi di dell’operato di una Cooperativa sociale Onlus svolgente attività di volontariato, sussidiarietà ed impegno civile. Cosi il 5 dicembre, come si legge nella stessa proposta deliberativa numero 109 “questa amministrazione al fine di attivare iniziative per contrastare il fenomeno della povertà estrema, ha manifestato l’intenzione di procedere – si legge nella delibera – in concomitanza con le festività natalizie all’assegnazione di derrate alimentari a favore di concittadini in stato di bisogno”. E cosi sono state le due assistenti sociali, da sempre impegnate quotidianamente nel settore, Giuseppina Nappo e Giovanna Casalini, a compilare un apposito elenco indicante tutti i nominativi delle persone in particolare stato di bisogno alle quali verrà consegnato nei prossimi giorni il pacco dono. Ad occuparsi della distribuzione ed organizzazione del servizio sarà però un’associazione Onlus, “La Demetra” non nuova al territorio ottavianese, pur operante nella vicina Poggiomarino, che affiancata dalle due operatrici sociali si occuperà della creazione dei pacchi dono e di seguito della loro distribuzione. Insomma in un Natale, grigio come l’umore dei cittadini che vivono con apprensione la profonda crisi dell’economica, il cuore degli amministratori locali , di solito sempre pieno di orgoglio, si apre alla bontà. Un contributo importante che potrà avvalersi anche, secondo le proprie risorse, di chiunque volendo potrebbe in punta di piedi aiutare gli amministratori nella composizione dei pacchi e dare la solidarietà a chi ha bisogno. Il più delle volte lo si fa con discrezione, accostandosi di primo acchito alla famiglia che abita nel vicinato, che vive la propria povertà con straordinaria dignità. Insomma è il caso di dire che i rappresentanti amministrativi diventano protagonisti discreti come i "prinzipales" di una volta, inviando alle famiglie povere formaggio, ricotta, oppure una porzione di maiale o di agnello un bottiglione di vino, il tutto riproponendo quella atmosfera natalizia deleddiana di fine Ottocento o dei primi del Novecento, quasi a seppellire antichi odi e contrasti, vivendo finalmente nella pace e nella grazia, d’altronde a “Natale si è tutti più buoni”.

Messaggi

  • A NATALE SI E’ TUTTI PIU’ BUONI!!!

    E’ proprio vero che a Natale si è tutti più buoni,anche Lei Dottoressa Salvati, sembra aver bagnato la sua penna nel miele per scrivere questo pezzo invece che nel solito Curaro ( potente veleno ).

    Solo per completezza dell’informazione Le faccio notare che i pacchi doni preparati dal Comune di Ottaviano sono si 220 quelli che saranno distribuiti ad aventi diritto a norma di legge,cioè tenendo presente l’ISEE presentato al Comune, ma oltre un centinaio saranno quelli che l’Amministrazione è riuscita ad aggiungere grazie ad economie di bilancio fatte nel corso dell’anno.Perchè purtroppo la burocrazia non tiene conto delle persone ma delle carte e solo chi è sul territorio è in grado di giudicare chi veramente ha diritto ad un aiuto,seppur piccolo,ma sempre un aiuto sotto forma di alimenti di prima necessità.

    Ma se ciò è stato possibile è solo grazie alle politiche oculate ed attente dell’Amministrazione Iervolino che,unica nel Vesuviano, può vantare bilanci in ordine e rispetto della legalità. E’ vero, forse non si è speso per le luminarie o per uno sfavillante albero di Natale, ma non possiamo dimenticare che grazie alle politiche scellerate del centro destra nazionale stiamo attraversando una delle crisi economiche più gravi dal 1929 ad oggi e quindi c’è poco da scialare. A questo aggiungiamo le follie del sig. Tremonti che ha strangolato tutti i Comuni d’Italia con il rispetto del Patto di Stabilità, una legge degna del più vetero socialismo reale e il quadro è completo.

    La città di Ottaviano può guardare al 2012 con molto più ottimismo rispetto ai propri vicini,nonostante i suoi articoli al Curaro la sua Città è un passo avanti. Con questo non significa che bisogna restare a trastullarsi le dita e a smacchiare i giaguari ( come dice Crozza) ma bisogna lavorare ancora di più. Colgo l’occasione per augurare a Lei e alla Città di Ottaviano un Buon Natale e Felice Anno Nuovo

    Auguri
    MIMMO RUSSO

    • Caro Mimmo,
      Inanzitutto come sempre, con enorme piacere, sono qui a risponderti e nel contempo ti ringrazio per la tua presenza attenta ed attiva, meticolosa e criticamente costruttiva, che poni ai miei scritti. Ma devo nel contempo ricordarti che la sottoscritta e’ una professionista e in quanto tale si limita a riportare la notizia "sic et simpliciter".Non ho mai apportato modifiche ai fatti o agli eventi indipendentemente dagli attori o dall’ inchiostro usato.La mia penna e’ mossa dall’etica professionale e dall’amore per la mia terra che sempre piu’ spesso, in uno ai suoi abitanti, e’ lasciata al suo destino.La polemica risulta essere l’argomento preferito dei tuo messaggi invece (e di taluni o alcuni) indipendentemente dalla natura miei arti. Che i pacchi doni siano duecento o cinquecento non puo’ che far onore alla nostra amministrazione ,ma che propio tu non sappia la differenza tra l’ essere oculato e il condurre una politica di tipo "finalizzata" è un po’ troppo. Mi parli di crisi nazionale riconducibile a quella del 1929 e ne adduci la colpa alla politica scellerata della destra...mio caro o attenti alla mia intelligenza o mostri il fianco dimostrando la tua ignoranza in campo macro-economico.E’vero amministrare oggi un comune,alla luce del patto di stabilita, è cosa alquanto ardua ,ma nessuno costringe i politici a candidarsi ne’ agli amministratori ad affezzionarsi alle loro poltrone. Auguro a te e all’amministrazione tutta un Buon Natale ed un proficuo 2012 ricco di soddisfazioni "politiche-altruistiche" professionali e sopratutto personali. Con l’affetto di sempre dott.ssa Giovanna Salvati

      dott.ssa Giovanna Salvati

    • Oi Mimmo ta’ stutat!!! Grande Salvati...sta femmen ten e qualità!!!Dottorè buon Natale a lei e in famiglia e speramm che nun ve fann ntussecà chiù!

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.