Home > Attualità > Lotta all’evasione fiscale: inviati 4mila avvisi di accertamento per Ici e (...)

Ecco come i cittadini possono rimediare agli errori degli uffici

Lotta all’evasione fiscale: inviati 4mila avvisi di accertamento per Ici e Tarsu

venerdì 4 gennaio 2008


CASTELLAMMARE DI STABIA - Lotta all’evasione fiscale: il
Comune, attraverso il Settore Tributi e Patrimonio, ha inviato 4.000
avvisi di accertamento a contribuenti che risultano non in regola con
l’Ici 2002 e con la Tarsu per il periodo che va dal 2002 al 2007.
L’attività di recupero dell’evasione e dell’elusione fiscale, prima svolta
dalla Multiservizi, si è basata, innanzitutto, sulla bonifica della banca
dati del Comune, confrontata con i dati reperiti presso altre
amministrazioni pubbliche.
La lotta all’evasione e all’elusione fiscale rientra nelle priorità
dell’amministrazione comunale. Individuare evasori fiscali e recuperare
introiti significa avere maggiore giustizia sociale, fare in modo che il
carico dei tributi ricada su tutti e non soltanto su chi ha sempre pagato,
ridurre la pressione fiscale per ciascun contribuente, avere più soldi a
disposizione della città e dei cittadini.La costruzione di una banca dati pulita, corretta e attendibile serve ad avere un servizio più efficace ed efficiente anche per il futuro. A questo obiettivo possono contribuire tutti i cittadini che hanno ricevuto l’avviso di accertamento, segnalando eventuali errori commessi dagli uffici.
Rispetto a possibili dubbi dei contribuenti sugli avvisi di accertamento
Ici e Tarsu va innanzitutto chiarita la questione della notificazione
degli atti.
Secondo la legge 248/2006 (art.37 comma 27 lettera F) "Qualunque
notificazione a mezzo del servizio postale si considera fatta nella data
della spedizione; i termini che hanno inizio dalla notificazione decorrono
dalla data in cui l’atto e’ ricevuto". Le richieste contenute negli avvisi
di accertamento, spediti entro il 31 dicembre 2007 come si evince dalle
raccomandate postali e ricevuti in questi primi giorni del 2008, sono
valide. Soltanto i termini per il pagamento o eventuali ricorsi partono
dalla data di ricezione dell’avviso.
I dipendenti del Settore Tributi, che si trova in via Libero D’Orsi nei
pressi della scuola Francesco Di Capua, sono a completa disposizione dei
contribuenti per fornire l’assistenza giuridica necessaria e rispondere
alle loro domande.
Ufficio Tributi: giorni e orari
di ricevimento. Nel comunicato inviato il 4 gennaio 2008 sulla lotta
all’evasione sono stati indicati erroneamente i giorni e gli orari di
ricevimento per i cittadini.
Gli orari di ricevimento sono:
Lunedì e venerdì dalle 9.00 alle 13.00
e il giovedì dalle 16 alle 18
Per garantire un’efficace analisi delle posizioni contributive i Servizi
Ici e Tarsu riceveranno ciascuno, al massimo 40 persone di mattina, dal
lunedì al venerdì, e massimo 20 nel pomeriggio del giovedì. Ogni utente
non potrà discutere più di 5 posizioni per volta. Gli altri utenti
potranno essere ricevuti se ci sarà ulteriore tempo a disposizione. I
consulenti che chiedono di esaminare più di 10 pratiche potranno farlo in
un giorno diverso da quelli rivolti ai contribuenti, concordando
l’appuntamento con gli uffici ai numeri 081/8714948 per l’Ici e
081/8739924 per la Tarsu.
Cosa fare in presenza di eventuali errori? Ici
I Caso
Nell’avviso non risultano pagamenti già effettuati
Documenti da esibire
Copia della ricevuta del versamento regolarmente effettuato, controllando
che il codice fiscale indicato nel bollettino corrisponda a quello
dell’avviso
II Caso
Sono addebitati immobili venduti prima dell’anno cui si riferisce
l’avviso oppure acquistati dopo
Documenti da esibire
Copia del contratto di compravendita oppure della dichiarazione di
successione, controllando che si sia presentata la dichiarazione o la
denuncia d’inizio o cessazione
III Caso
Nell’avviso sono riportati dati catastali inesatti
Documenti da esibire
Esibire una visura catastale corretta
Tarsu
Caso
Nell’avviso è indicata una superficie errata
Documenti da esibire

Copia del contratto di compravendita oppure della dichiarazione di
successione, oppure dell’atto attraverso il quale si ha la disponibilità
del bene, oppure una planimetria dell’immobile

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.