Home > Cronaca > Ottaviano. Rapina a mano armata, in manette dopo un’ora dal colpo

Ottaviano. Rapina a mano armata, in manette dopo un’ora dal colpo

sabato 7 gennaio 2012, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Far west nel giorno dell’Epifania: rapinano un negozio di abbigliamento, ma dopo nemmeno due ore finiscono in manette. Un vero e proprio incubo quello vissuto ieri sera da un negoziante di abbigliamento nel centro della cittadina ottavianese. Una rapina a mano armata, nel cuore del paese, ma soprattutto in un orario di piena attività commerciale, che lascia riflettere sull’allerta alla criminalità e ad un maggior controllo cittadino, quello che ieri è riuscito ad individuare ed arrestare tempestivamente i due malviventi. A finire nel mirino dei raid, nel giorno dell’Epifania un negozio di abbigliamento, rinomato in città di proprietà di A.P. 75enne di Ottaviano. L’uomo si trovava all’interno dell’esercizio commerciale quando hanno fatto irruzione due uomini. I due con disinvoltura, hanno finto di essere interessati ad alcuni capi di abbigliamento e cosi hanno iniziato ad indossare alcuni giubotti. Un diversivo per non insospettire l’uomo che nel frattempo era impegnato con altri clienti. Ma appena i due rimangono soli intimano all’uomo di consegnare del denaro. Ne nasce un battibecco: il negoziante cerca di opporre resistenza, ma uno dei due malfattori lo spintona e puntandogli la pistola gli strappa i pantaloni, al cui interno conservava il portafogli. Il rapinatore prende i duecento euro, somma, che insieme a diversi assegni l’uomo stava per portare a casa. Nel frattempo il suo complice riempie alcune buste con diversi capi d’abbigliamento. Con la refurtiva ed il bottino i due si allontano a bordo di un Hunday grigia. Scatta subito l’allarme. Il negoziante chiama subito i carabinieri, che in pochi minuti arrivano sul luogo della rapina. Saranno gli uomini della benemerita, coordinati dal maresciallo Domenico Iaccarino, a raccogliere alcuni dettagli e dare subito caccia ai due. Solo dopo un ora l’autovettura viene individuata in alcune campagne tra Ottaviano e Somma. Ma i militari non demordono. Insistono in quell’aerea, passano al setaccio campagne sino a quando individuano i due correre. Li bloccano e scattano le manette. Più tardi saranno individuati nelle persone di Domenico Vitucci 40enne e Fabiano Velotto 23enne, entrambi di Napoli. Sono ora detenuti presso il carcere di Poggioreale con l’accusa di rapina a mano armata. La refurtiva recuperata è stata riconsegnata al legittimo proprietario.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.