Home > Cultura > Giovani per Polvica, raggiante il presidente Raffaella Roselli!!!

CONCERTO DI NATALE 2011

Giovani per Polvica, raggiante il presidente Raffaella Roselli!!!

"Grazie a tutti coloro che ci hanno supportato col loro impegno - afferma - ma soprattutto al neo vicesindaco di Nola Enzo De Lucia che troviamo sempre al nostro fianco incoraggiandoci a promuovere iniziative ed a sostenerci anche economicamente"!!!

sabato 14 gennaio 2012, di Mauro Romano


Anche stavolta i ragazzi dell’associazione hanno stupito ed emozionato i numerosissimi intervenuti nonostante le diverse novità immesse nel programma di quest’anno. Innanzitutto a partire dalla scelta del luogo, non più la parrocchia di S. Vincenzo Ferreri, ma l’atrio interno dell’istituto comprensivo “Bruno-Fiore” per avere maggiore libertà di movimento e conseguente migliore scelta delle canzoni.

Poi l’interpretazione della commedia di C. Dickens ‘A Christmas Carol’ e la partecipazione di tre generazioni - adulti, adolescenti e bambini – che hanno lavorato insieme, mettendosi in gioco e realizzando una performance bella e significativa.

Ad aprire lo spettacolo il presidente dell’associazione Giovani per Polvica, Raffaella Roselli. Dopo avere rivolto i dovuti ringraziamenti - soprattutto al vicesindaco Enzo De Lucia, che ha messo a disposizione a proprie spese l’impianto audio - ha annunciato la ‘scaletta’ che ha previsto non sono solo canti natalizi quali Tu scendi dalle stelle, Venite fedeli, Astro del cielo, Bianco Natale, ma anche canzoni aventi con tema l’Amore e tutte le sue sfaccettature.

Ed è così che abbiamo ascoltato Se la gente usasse il cuore di Bocelli, Più che puoi di Eros Ramazzotti, ecc. Altra scelta significativa è stata l’inserimento di canti con i messaggi della Madonna di Medjugorje e poesie di madre Teresa di Calcutta.

Il modus operandi di Giovani per Polvica “Si vede, si sente, si tocca”. Ogni anno una novità, ogni anno uno spettacolo eccellente, curato nei minimi dettagli. Un immancabile appuntamento per allietare le feste dei cittadini di Polvica. “Ad essere sincera la manifestazione di quest’anno mi è piaciuta di più”, afferma raggiante il presidente.

“Mi ha fatto piacere avere come collaboratore Orlando Gradito che si è occupato della commedia di Dickens. Orlando non solo ha avuto premura di redigere un copione adatto ad “attori-principianti”, ma ha seguito con amore e pazienza i ragazzi, fornendo loro preziosi consigli per la riuscita della commedia. Non sapevo che Orlando studiasse recitazione, l’ho scoperto quando ho assistito al musical “Scugnizzi” organizzato da Angelica De Lucia, nota artista locale. Capii subito che orlando ha talento, e così l’ho voluto per il mio spettacolo. I fatti mi hanno dato ragione”!

“Per quanto riguarda i membri dell’associazione, beh che dire, sono sempre mitici” prosegue la Roselli. “All’inizio erano un po’ sfasati e la partenza è stata in sordina, poi hanno ritrovato la grinta e ci hanno sbalorditi. Enza Capasso e Patrizia De Rosa - Presidente e Segretaria di “Giovane Italia Polvica, mie amiche -, Anna Balsamo e Lellina Roselli (che mi fanno morire!! Sono uniche!!! Non potete immaginare quanto le adoro!!), Luigi Guadagno (mette impegno massimo nelle cose che fa), Giovanni Piscitelli (irrequieto, ma bravo!), Tanya Guadagno ( non ho parole per lei, mi ha stupita!), Petronilla De Luca (la più piccola e nostra mascotte), Carmela Principato (simpaticissima) , Nunzia De Lucia (un po’ insicura, ma quando si impegna riesce bene nelle performance!! … e la new entry Rosa Guadagno, sono risultati eccellenti. E chi più ne ha più ne metta!! Tanti ragazzi che lavorano a titolo gratuito per vivacizzare il paese. Quest’anno mi hanno lasciato senza parole, soprattutto Tanya e Patrizia che si sono cimentate anche nella recitazione. Brave!! Onestamente, non me l’aspettavo”!

“Un grazie va anche a Mario Esposito che ha recitato egregiamente e anche lui di sicuro sarà richiamato per i prossimi eventi. Grazie a Sara Esposito e Stefano Vacchiano e Andrea che hanno contribuito con la loro egregia esibizione alla riuscita della commedia e poi grazie di cuore a tutti gli adolescenti che per la seconda volta si sono uniti a noi: Enza Bernardo, Annalida Piscitelli, Giusy Piscitelli, Rosario Piscitelli, Enza De Rosa, Anna Iossa, Anna Morgillo, Enza Piccolo, Maria Carito, Esposito Catanese Felicetta, Jessica Roselli , Mena Balsamo.

Ovviamente la manifestazione è riuscita anche grazie al preziosissimo lavoro di Angelica De Lucia, nota artista locale, impegnata nel sociale. Angelica si occupa del coro parrocchiale, dirige l’associazione “La nota musicale” e ha anche preparato e seguito i giovani per Polvica. Grazie maestra! Un apprezzamento va anche a Mauro De Rosa, a Paolino e a tutto lo staff che si è occupato di luci e microfoni. Paolino è una persona squisita, ci ha trattati con i guanti bianchi, come si suole dire, ed è venuto incontro alle nostre esigenze, soprattutto economiche”.

Poi Raffaella Roselli tocca le corde emozionali per un feeling associazione/istituzione che non da cedimenti di sorta. “Siamo grati – dice – al tutor di noi ‘Giovani per Polvica’. Un grazie di cuore al vice sindaco, assessore ai lavori pubblici e all’edilizia scolastica Enzo De Lucia. Di solito gli addetti ai lavori parlano di lui come il “costruttore” che ha dato un volto nuovo a Polvica. Invece io preferisco metterne in luce qualità come la disponibilità, la pazienza ed il cercare di aiutare i giovani che intendono “creare e organizzare” eventi per Polvica.

Quanti politici si occupano dei giovani e dei loro progetti?! Pochi, molto pochi. Noi di Polvica siamo fortunati! Sono una “fedelissima” di De Lucia, e lo ammetto con piacere, perché con me e la mia associazione non si è mai fermato alle parole, ma ai fatti concreti. Mi fa piacere quando dice: ‘se avete problemi chiamatemi, sono a vostra disposizione!” e ci responsabilizza quando dichiara “portatemi progetti concreti, non chiacchiere. Ditemi come posso aiutarvi?!’. Enzo De Lucia è paragonabile a mio padre: entrambi non amano le chiacchiere, ma operano nel concreto”.

“I ringraziamenti poi vanno al nuovo comitato festa, alla protezione civile e al presidente Marotta - sono contenta del suo modus operandi. Grazie a Iuliano che ha costruito un palco enorme per noi giovani. Lo stimo davvero tanto. Grazie al custode della scuola Salvatore che con tanta pazienza ha sopportato la nostra “invasione”, al responsabile di sede Vincenzo Barbato che ci ha permesso di usufruire dell’atrio dell’istituto, al fotografo Guarnaschella, ai consiglieri Luigi Carofaro Perrotta (Nola) e Raffaele Cantone (San Felice a Cancello) che non si perdono un nostro spettacolo!!

Davvero lusingata. Grazie a mamma e a papà che mi fanno usare la scuola guida come sede dell’associazione e sopportano le nostre prove e il nostro caos!! La lista dei ringraziamenti è lunga e doverosa e senza l’aiuto dei “sopra nominati” lo spettacolo non sarebbe stato tanto perfetto. Non mi resta che ripetere: ‘grazie cittadini di Polvica, cercheremo di non deludervi neanche per il seguito”!!!

Che dire, se non che oramai l’associazione Giovani per Polvica è un punto di riferimento per il paese ed è per questo che il comitato festa ha chiesto la collaborazione per eventi futuri. Anche Orlando Gradito ha apprezzato l’impostazione dell’associazione e riguardo allo spettacolo ha dichiarato: “L’eccezionale serata è stato il miglior modo di far ritrovare l’atmosfera natalizia a coloro che stanno perdendo il gusto di questa tradizione.

Magistrale organizzazione da parte di "Giovani per Polvica" che ha coinvolto bimbi e adulti di tutte le età, dimostrando che l’arte non ha barriere, non ha età, non ha confini. In particolar modo la missione che mi è stata assegnata non è mai stata così avvincente e tra i numerosi spettacoli da me interpretati posso dire che mai nessuno ha richiesto tanta passione e difficoltà, a causa del breve tempo a disposizione e delle varie vicissitudini. E’ stato l’impegno di tutti a far si che ciò si sia realizzato, e vedere attori "amatoriali" impegnarsi così tanto è stato emozionante.

Mi congratulo con loro poiché nemmeno dei professionisti avrebbero accettato di inscenare una commedia in così breve tempo ed è la dimostrazione che l’arte bisogna averla dentro e bisogna crederci. Al di là dei mezzi esigui a nostra disposizione, è stata una serata magica che non ha rappresentato la scarsità dei mezzi ma la ricchezza dello spirito e la volontà di coinvolgere una popolazione oramai sopraffatta da problemi gravi. Tutti hanno dimenticato per un attimo le difficoltà della vita ma hanno ricordato il vero significato del natale”. Ad Maiora!

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.