Home > Sport > Il Centro Ester corsara contro la Megaride

CAMPIONATO REGIONALE DI PALLAVOLO FEMMINILE - SERIE C

Il Centro Ester corsara contro la Megaride

Dopo il cambio di campo comincia lo showtime esterino. La squadra di Vitale si trasforma in una macchina perfetta mandando in crisi la ricezione avversaria con la battuta, prendendo ottimamente le misure a muro, organizzando attacchi puliti ed efficaci.

domenica 15 gennaio 2012, di Mauro Romano


Napoli - La prima vittoria in trasferta, la prima vittoria al tie-break. Il Centro Ester sfata due tabù in un colpo solo, fa suo il derby con la Megaride e soffia prepotentemente sul fuoco delle ambizioni playoff. La sfida del Polifunzionale di Soccavo è un concentrato di emozioni, colpi a sensazione, rimonte e ribaltoni, che alla fine esalta la gioventù e l’entusiasmo del gruppo di Vitale. Lo starting six esterino prevede Ferrieri in palleggio, Voluttoso opposto, Ammendola ed Imbimbo in banda, Nina e la recuperata Galiero al centro, Coppola libero.

La partenza non è delle migliori. Si viaggia punto a punto fino all’11-10, poi la Megaride costruisce in battuta il mini-allungo che vale il set. Dal 16-13 del tempo tecnico di sospensione, infatti, si passa al 25-19 che premia gli sforzi del team guidato da Maggipinto.

Dopo il cambio di campo, però, comincia lo showtime esterino. La squadra di Vitale si trasforma in una macchina perfetta mandando in crisi la ricezione avversaria con la battuta, prendendo ottimamente le misure a muro, organizzando attacchi puliti ed efficaci. I numeri sono una testimonianza eloquente del dominio rossoblu.

Il secondo game si chiude sul 10-25, con applausi a scena aperta per un paio di punti da cineteca di Imbimbo.

Il terzo, addirittura, finisce 8-25, con Nina, Ammendola, Voluttoso e Galiero a dominare la scena. Sembra quasi che la storia possa ripetersi nella quarta frazione, che Coppola e compagne approcciano nel modo giusto. Sul punteggio di 8-11, però, la ricezione rossoblu va improvvisamente in tilt.

La Megaride piazza un parzialone di 10-0, ritrovandosi improvvisamente in netto vantaggio proprio quando sembrava sul punto di ammainare bandiera bianca. Il destino del set è segnato (25-14), si va al tie-break, dove il Centro Ester recupera energie e lucidità. La squadra di Vitale si mantiene sempre avanti (1-4, poi 5-8, quindi 7-13), contenendo anche l’ultimo disperato tentativo di recupero avversario. A salire in cattedra, più di tutte, è Nina, autrice di muri, battute vincenti e attacchi punto a ripetizione. Il match si chiude sull’11-15, che pone fine alla contesa e dà il via ai festeggiamenti rossoblu.

"Abbiamo superato in pieno questo esame", osserva il direttore tecnico Gaetano Vitale. "Per i playoff ci siamo anche noi, abbiamo dato dimostrazione quantomeno di poter aspirare ai primi tre posti vincendo con merito su un campo difficile, contro una buonissima squadra. Ora sappiamo davvero che possiamo crederci, anzi dobbiamo farlo per forza perché altrimenti non avremmo altri obiettivi da raggiungere". Ad un certo punto si è sognato anche il colpaccio da tre punti: "Ci siamo arenati su una rotazione, peccato perché sia prima che dopo abbiamo giocato veramente alla grande".

Ancora una volta il Centro Ester non ha deluso contro una ’big’ del girone: "Siamo una squadra tecnicamente discreta, quando affrontiamo formazioni di pari livello, che giocano una pallavolo pulita, riusciamo ad esprimere le nostre reali potenzialità. Cercheremo di ripeterci nelle prossime sfide con Normanni e Pozzuoli".

Cattive notizie, invece, dal campionato di serie D. Ancora una sconfitta per la seconda formazione esterina nell’ottava giornata di andata del ’Progetto Giovani’. Per il sestetto di Fiorenzo Riccone sconfitta in tre set al PalaDennerlein contro il Giardini Poseidon Forio ed ultimo posto in classifica con appena due punti racimolati in sette gare.

MEGARIDE NA-CENTRO ESTER NA 2-3 (25-19, 10-25, 8-25, 25-14, 11-15)

MEGARIDE NA: Furgio, Muzio, Pelella, Popolo, Rosato, Siesto, Viscione, Zimmitti, Simonte (L). All. Maggipinto

CENTRO ESTER NA: Ferrieri 3, Voluttoso 14, Ammendola 14, Imbimbo 9, Nina 19, Galiero 14, Coppola (L), Taglialatela, Scalzone 1, Cannavacciuolo, Marsei ne, Autiero ne, Pisano (L) ne. All. Vitale.

Battute vincenti 7 - sbagliate 16. Muri punto 11

Ricezione Coppola: 50% perfetta, 53% positiva

Autore/Fonte: Rino Dazzo, Addetto Stampa Centro Ester Napoli

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.