Home > Politica > Enzo De Lucia, primo cammino da vicesindaco

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI NOLA

Enzo De Lucia, primo cammino da vicesindaco

In un contesto aggregante che si espande come una goccia di olio versata non per caso, fioriscono eventi, manifestazioni, interventi strutturali che la delega di Assessore ai Lavori Pubblici ed Edilizia Scolastica gli consentono con cognizione di causa.

martedì 17 gennaio 2012, di Mauro Romano


In un crescendo di avvenimenti che partono dall’impegno politico per spalmarsi nell’ambito socio/culturale, sta volgendo l’attività del neo vicesindaco dell’amministrazione bruniana Enzo De Lucia.

Le opere realizzate nella frazione di Polvica, trampolino di lancio della sua ascesa alla seconda carica nel civico consesso della città dei gigli, forse saranno difficilmente ripetibili su tutto il territorio comunale, ma la chiarezza di intenti e le indiscusse capacità ‘manageriali’ già ampiamente dimostrate, fanno ben sperare che, di concerto con l’amministrazione guidata dal sindaco Geremia Biancardi, tanto ancora si farà.

Di certo non stiamo profetizzando la sua operosità di imprenditore risucchiato dalla ‘res pubblica’, ma ci va di mettere semplicemente i puntini al posto giusto e avere fiducia del prosieguo di quelli che finora non sono stati solo proclami, ma interventi pratici, anche se diversi ancora in fase di attuazione, stante la sua fresca nomina, avvenuta lo scorso 1° dicembre.

Parte comunque dalla ‘sua’ Polvica l’attività istituzionale di vicesindaco, in occasione della 39° edizione del premio intitolato all’eroe di guerra “Mario Fiore”, a cura della reggenza dell’istituto scolastico “Bruno/Fiore”. Infatti, Enzo De Lucia, cogliendo opportunamente la palla al balzo, ha effettuato il ‘taglio del nastro’ per l’inaugurazione della strada adiacente intitolata anch’essa al prode della prima guerra mondiale.

La cerimonia è avvenuta alla presenza dell’intera utenza scolastica coi suoi principali rappresentanti che hanno firmato la storia recente della scuola. Parliamo dell’ex preside Antonio Mucerino, ora in pensione, del dirigente scolastico Mario Podda, attualmente alla “Mameli” dell’altra frazione bruniana, Piazzolla, e dell’attuale numero uno della “Bruno/Fiore”, Tommaso Lucio Arpaia.

E non solo, ma anche del rappresentante d’istituto Stefano De Rosa con l’assidua collaboratrice per le problematiche scolastiche in loco, Caterina Campagnuolo … che si vedono passare il ‘testimone’ dall’inesauribile responsabile di sede, prof. Vincenzo Barbato e dalla prof.ssa Regina Galasso, autentici vulcani di iniziative promosse e realizzate insieme all’intero corpo docente della sede periferica.

Ma, alla fine, quello che più interessa alla bisogna, è che ad Enzo De Lucia - riferendosi all’inaugurazione della strada - è scappata una promessa: “Questo è solo il primo passo, poiché via ‘Mario Fiore’, che al momento non ha sbocchi oltre l’edificio scolastico, sarà ampliata ed estesa fino al centro urbano di Polvica, per consentire all’utenza scolastica e cittadina, di poter avere una possibilità in più di raggiungere il plesso coi loro mezzi. Questo avverrà non appena le possibilità economiche dell’amministrazione lo permetteranno”.

Il neo assessore già nel suo primo mese di reggenza ha intavolato variegate iniziative da completare oppure da mettere in preventivo per migliorare le condizioni delle strutture comunali. In particolare ci riferiamo alla volontà del vicesindaco di voler trasformare gli impianti di riscaldamento del plesso scolastico di Polvica adibito a scuola ‘media’, e della pari grado ‘Mameli’ dell’altra frazione Piazzolla, con alimentazione da gasolio a GPL. E questo per un duplice motivo che spiega lo stesso De Lucia.

“Il GPL – dice – è più economico del gasolio e quindi, ritengo opportuno che vengano fatte le adeguate variazioni. Le spese dovute saranno ammortizzate in breve tempo e comunque avremo un’efficienza ed una funzionalità sicuramente superiore con soddisfazione di noi amministratori e dell’utenza scolastica. Inoltre, l’idea mi è venuta per evitare che si ripetano gli incresciosi ‘furti’ di gasolio così frequentemente avvenuti da parte di malintenzionati che più volte hanno svuotato i serbatoi, specialmente negli istituti periferici, creando un danno economico all’amministrazione. Successivamente, e di questo ho già fatto partecipe il sindaco Biancardi, proveremo a ripetere la cosa al plesso piazzollese di Villa Albertini e dell’altro edificio – elementare e materno – di Polvica”.

Nella frazione a nord di Nola, poi, sono in corso di realizzazione i ‘dossi’ – nelle principali via Polvica e via Marigliano – per evitare che automobilisti col ‘piede pesante’, percorrano dette strade a velocità elevate, oltre i limiti consentiti, creando pericolo per la pubblica e privata incolumità. Il grave incidente occorso al piccolo Carmine Santoriello nella prima serata della vigilia di capodanno, è l’ennesimo doloroso campanello di allarme.

Il ragazzo – che al momento si trova ancora in terapia intensiva presso l’ospedale pediatrico ‘Santobono’ di Napoli a seguito di un delicato intervento chirurgico al cranio – anche se non corre pericolo di vita, è in condizioni preoccupanti, soprattutto in prospettiva recupero. Da qui la necessità di indurre con interventi idonei, automobilisti indisciplinati a non mettere a repentaglio l’incolumità della gente.

Probabile, poi, che nella frazione di Piazzolla – dove è in fase di realizzazione la nuova Chiesa – venga ampliato lo spazio adiacente il nuovo luogo di culto, per adibirlo a parcheggio e dare la possibilità non solo ai fedeli di poter parcheggiare senza creare problemi di intralcio al traffico, ma anche ai cittadini che praticano nella zona.

Il tutto, verosimilmente, verrà collocato nel contesto del già previsto ampliamento di via XX Settembre, adiacente la costruenda Chiesa e la nuova sede comunale distaccata nell’ex plesso scolastico ‘Costantinopoli’. “Da un colloquiale incontro col parroco Don Salvatore Luminelli – precisa Enzo De Lucia – ho promesso che insieme all’amministrazione faremo tutto il possibile affinché ciò avvenga”.

E l’attivissimo parroco della popolosa frazione, dall’altare, ostentando ottimismo, ha già ringraziato tutti coloro che hanno mostrato il loro positivo consenso alla fattibilità del ‘suggerimento’. “Il sindaco, l’assessore al ramo e tutti i consiglieri, di maggioranza e di opposizione, che vedono, tutti, di buon grado l’iniziativa”, chiudeva l’omelia.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.