Home > Politica > Somma Vesuviana, polemiche sul calendario "Somma città d’arte", risponde (...)

Somma Vesuviana, polemiche sul calendario "Somma città d’arte", risponde l’assessore Coppola

domenica 29 gennaio 2012, di La redazione


Dopo le polemiche suscitate dal nostro pezzo sulcalendario "Somma Città d’arte e dopo l’interrogazione consiliare presentata dalla minoranza durante l’ultimo consiglio comunale di venerdì scorso l’assessore alla Cultura Emanuele Coppola dice la sua sulla vicenda:

Il Complesso Monumentale Santa Maria del Pozzo, animato dai Frati Francescani, negli ultimi anni ha promosso una serie di interventi di restauro volti alla salvaguardia e alla promozione dell’enorme patrimonio culturale che rappresenta. Solo per fare qualche esempio: il restauro del tetto cinquecentesco, il riconoscimento della chiesa sotterranea di interesse archeologico con l’attivazione di visite guidate, il restauro di sei lunettoni del chiostro rinascimentale con relativo stage formativo per 12 ragazzi vesuviani. Questi importanti progetti, sono stati finanziati con fantasiose iniziative private (lotterie, aste, matrimoni culturali ecc.), grazie alla generosità dei cittadini, grazie al contributo della Clinica Santa Maria del Pozzo e grazie al contributo personale degli Amministratori. Tutto questo ha avuto inizio grazie alla caparbietà di chi come me crede in quello che fa. Per continuare questa opera di rivalutazione, restauro e promozione dei nostri beni culturali, il Complesso Monumentale, ancora una volta, si è fatto promotore del restauro di 9 testi liturgici del XV e XVI secolo e della riqualificazione dell’area archeologica rinvenuta dietro l’abside della chiesa inferiore con altrettanti e relativi stage formativi per i nostri giovani. Per finanziare il restauro dei 9 testi liturgici, il Complesso Monumentale, con il patrocinio del Comune, ha promosso un’altra fantasiosa iniziativa.
“Somma Città D’Arte” è un progetto molto più complesso di un semplice calendario, voluto e pensato come mezzo e non come fine, affinchè attraverso libere sottoscrizione si potesse raggiungere o avvicinarsi alla somma necessaria per il restauro dei libri e per avviare il relativo stage formativo.
Il Complesso Monumentale si è munito di tutte le autorizzazioni in merito, affidando il lavoro a due Docenti dell’Università Suor Orsola Benincasa. Il costo preventivato per il restauro dei 9 libri è di 24.000,00 euro più iva, mentre il contributo spese per gli oltre 20 Stagisti è di circa 20.000,00 euro, 800,00 euro per ognuno dei partecipanti. Quindi, per realizzare l’intero progetto, promosso dal Complesso Monumentale e non dal Comune, occorrono circa 50.000,00 euro.
Il Calendario è stato stampato in 3.250 copie come dichiarato durante la presentazione dello stesso ed il costo è a carico del Complesso Monumentale come il progetto di restauro ed ogni cosa che ha promosso fin’ora.
A fronte del costo complessivo dell’importante progetto di restauro e formazione, il Complesso Monumentale ha chiesto un contributo al Comune (5.000,00 euro) per iniziare subito il restauro e permettere agli ansiosi stagisti di formarsi nel settore. La promozione del calendario è ancora in corso ed altre iniziative private si avvieranno per coprire la restante somma necessaria al progetto (45.000,00 euro).
In quanto alla selezione degli stagisti, non vi è stata alcuna selezione in quanto sono stati presi tutti quelli, avendo titoli, che hanno fatto domanda di partecipazione, sommesi e non, come sempre.
La presentazione del calendario è stata fatta in Villa Luro Fur (concessione edilizia n. 349/85) grazie alla gradita e gratuita generosità della Famiglia Rosa che pubblicamente e personalmente ringrazio.
Tutti hanno lavorato sodo e gratuitamente, affinché si potesse raggiungere l’ambizioso obiettivo di restauro e stage formativi e tutti, polemiche a parte, siamo chiamati a parteciparvi.

Cordialmente, Emanuele Coppola

Messaggi

  • Come nel caso del castello d’alagno l’assessore parla e parla, ma non dice nulla

  • Ammettiamo il caso che IL GIORNALISTA G. DI MATTEO faccia abuso di stupefacenti. E che ogni tanto la CLASSE POLITICA gli vada di traverso. LEGGETE VOI STESSI COSA C’E’ scritto nella TERZA PAGINA della DELIBERA: (visto che il sito di CORLEONCITY è sempre più chiaro e più accessibbile)
    ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

    N. 245 DEL 30/12/2011

    OGGETTO: Esercizio fiananziario 2011 - Prelievo dal fondo di riserva.-

    RELAZIONE
    Il Responsabile di P.O.V

    Premesso:

    •che in data 28.11.2011, pr. n. 26881, il Padre Guardiano del Complesso Monumentale “Santa Maria del Pozzo”, Cristoforo Paszkiewicz OFM, comunicava di avere in programma il restauro di nove libri liturgici del XV e XVI secolo, provenienti dal Complesso Monumentale “Santa Maria del Pozzo” e custoditi presso l’Archivio “Giorgio Cocozza”, dando inizio ad una nuova primavera culturale contemplante il restauro di tutto il patrimonio librario che il Comune di Somma Vesuviana custodisce da secoli;
    •che il restauro dei testi antichi sarà accompagnato dallo svolgimento di uno Stage Formativo organizzato dal medesimo Complesso Monumentale “S. Maria del Pozzo”, indirizzato ai giovani interessati alla conservazione, manutenzione, restauro delle opere librarie;

    Rilevato:

    •che il Complesso Monumentale “Santa Maria del Pozzo” si è fatto promotore dell’iniziativa calendario 2012 “Somma Città d’Arte”, almanacco con il quale Somma Vesuviana si racconta attraverso le sue principali emergenze architettoniche;
    •che si intende finanziare l’attività in premessa con il ricavato della distribuzione degli almanacchi e costituito da libere sottoscrizioni;
    •che il costo complessivo dell’attività promozionale ammonta a 10.000,00 euro escluso IVA al 21% e che la medesima è stata realizzata da uno Staff di professionisti, mossi da spirito di servizio e condivisione dell’ambizioso progetto;

    Atteso:

    •che con la nota in premessa il Padre Guardiano chiedeva compartecipazione al Comune di Somma Vesuviana per fronteggiare parzialmente le spese a sostenersi per l’attività finalizzata descritta in articolato ;
    •che la finalità del progetto è oltremodo interessante, e per ciò che concerne la salvaguardia del patrimonio culturale di Somma Vesuviana, in particolar modo librario, e relativamente all’aspetto della formazione giovanile;
    •che il cap. 1509 di competenza, bilancio 2011, non ha disponibilità sufficiente a soddisfare, seppure parzialmente la richiesta del Padre Guardiano in premessa;
    •che si ritiene plausibile stanziare 5000,00 euro per l’attività descritta, prelevando dal fondo riserva;

    PROPONE ALLA G.M

    1) Di concedere contributo al Complesso Monumentale “Santa Maria del Pozzo” per euro 5000,00, approvando la richiesta di compartecipazione del Padre guardinao di cui in articolato;
    2) Di finanziare il contributo in parola, con prelievo dal fondo di riserva;
    3) Di dare atto che tale prelievo potenzierà il cap. 1509, corrente bilancio, su cui si prenoterà la spesa relativa con opportuna determina d’impegno;
    4) Di dare atto che il contributo sarà liquidato in presenza di relativi atti giustificativi; Il Responsabile di P.O.V (Arch. Monica D’Amore)

    • Perchè l’assessore Coppola non fa un ulteriore passo verso la trasparenza e rende pubblico anche la lista degli stagisti che hanno partecipato al corso di restauro? Anzi, perchè la provinciaonline.info non le chiede all’assessore così vediamo chi ne fa parte e con quali titoli? E soprattutto se fra i corsisti vi sono persone che già godono di un’occupazione mentre, è noto, o corsi servono soprattutto a persone che hanno bisogno di migliorare il proprio curriculum personale per trovare un lavoro stabile? Infine: anche il sindaco si unisce ai ringraziamenti per la famiglia Rosa? Giusto per sapere Salvatore Piccolo

  • Il problema è molto semplice: l’assessore Coppola propone e finanzia una attività del Complesso Monumentale S. Maria del Pozzo, complesso del quale egli stesso è "IL RESPONSABILE"!!!!! Tempo fa il sottoscritto chiese all’assessore di dimettersi da uno degli incarichi, palesemente incompatibili come il presente atto conferma! Caro Emanuele hai predicato sempre contro gli abusi e soprusi degli altri, di chi ti ha preceduto al comune, ora stai razzolando male, anzi malissimo!!!!! Povero Coppola non sà più cosa dire......Ora, se effettivamente sei trasparente e consequenziale, come hai sempre professato, ti devi dimettere da assessore!!!! Taluno vi saluta

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.