Home > Cronaca > Somma Vesuviana, topi d’appartamento entrano in azione in pieno (...)

Somma Vesuviana, topi d’appartamento entrano in azione in pieno pomeriggio

domenica 29 gennaio 2012, di La redazione


Somma Vesuviana. Due furti in un altrettanti appartamenti in meno di un’ora. E’ stato un sabato nero per le famiglie di un palazzo di via Aldo Moro che hanno ricevuto l’indesiderata visita di ladri di appartamento i quali hanno portato via un corposo bottino. I fatti si sono svolti in pieno pomeriggio. E’ dalle 17,30 alle 18,30 infatti che sono entrati in azione i topi d’appartamento. I primi a farne le spese i residenti di un’abitazione del primo piano. I ladri si sono intrufolati nella casa, a quell’ora vuota, da una delle camere da letto. Una volta dentro hanno messo a soqquadro le due stanze da letto portando via soprattutto l’oro. Dopo pochi minuti sono usciti dalla casa svaligiata e, arrampicandosi su una condotta del gas, hanno raggiunto l’appartamento del piano superiore. Messi i piedi sul balcone hanno rotto uno dei vetri e sono entrati, mettendo anche in questo caso a soqquadro le camere da letto, ma senza portare via nulla. Ad un certo punto è rincasata la proprietaria dell’appartamento al primo piano la quale, accortasi del furto, è corsa dai vicini i quali hanno lanciato l’allarme. Un allarme che ha messo in fuga i ladri del secondo piano i quali, prima di andare via con la refurtiva, hanno anche bloccato la porta d’ingresso dell’appartamento del secondo piano. A far rientrare i proprietari tra le proprie mura domestiche sono stati i vigili del fuoco della stazione di Nola i quali, intervenuti sul posto sono riusciti a sbloccare la porta d’ingresso. Intanto è caccia ai ladri. Secondo le testimonianze dei condomini ad effettuare i colpi sarebbe stata una banda di italiani. In particolare una delle donne avrebbe descritto uno dei malviventi come italiano, sulla trentina, alto nella media, magro e senza capelli. Al momento del furto l’uomo indossava una felpa con su scritto Fiat. Non solo, ma la banda, composta da tre o quattro persone, potrebbe essere fuggita a bordo di una Peugeot 307 di colore nero. Una mano agli inquirenti, prontamente intervenuti sul posto, potrebbe essere data dalle telecamere di sicurezza cittadine e da quelle di un negozio di materiale elettrico che volge il proprio occhio proprio sull’imbocco del viale in cui si trova il liceo scientifico Torricelli. Allo spavento, le famiglie coinvolte dai furti, hanno dovuto aggiungere la refurtiva portata via dai malviventi. In genere questi banditi vanno a caccia d’oro sia per l’alto valore economico e sia perché di facile ricettazione.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.