Home > Cronaca > Poggiomarino. Caso di meningite al Leonardo Da Vinci, studente ricoverato (...)

Poggiomarino. Caso di meningite al Leonardo Da Vinci, studente ricoverato al Cotugno

mercoledì 8 febbraio 2012, di Giovanna Salvati


Poggiomarino. Caso di meningite: applicato il piano di educazione sanitaria. E’ accaduto ieri mattina nell’Istituto Leonardo Da Vinci della cittadina, dove dopo il caso accertato di meningoencefalite, è subita scatta la paura tra docenti ed alunni. Attimi di panico placati dall’intervento immediato dei medici dell’Asl che hanno subito provveduto prima al ricovero ed isolamento presso il reparto di malattie infettive del Cotugno della giovane studente, e poi alla disinfettazione dei locali scolastici. Ma procediamo con ordine. La segnalazione arrivata a scuola da parte dei medici e dei genitori della giovane studentessa, ha subito creato attimi di paura per una delle malattie che nonostante i passi da gigante della medicina spesso regala scenari tragici. A tenere sotto controllo l’intera situazione è stata la stretta collaborazione tra il personale docente ed i medici. Una circolare interna a firma del dirigente scolastico Filippo Filosa ha subito avvertito ed ufficializzato, seppur rassicurando, quanti avevano raccolto la segnalazione. “In relazione all’emergenza sanitaria – si legge nella circolare - che tanto ha turbato l’ambiente scolastico in questi giorni, si acclude Circolare del Sindaco di Poggiomarino e nota contestuale dell’Asl Na4, entrambe intese a rassicurare la popolazione scolastica, escludendo chiusura della Scuola e disinfezione dei locali”. Una nota congiunta dove entrambi hanno comunicato che la scuola non verrà chiusa e dove entrambe le parti hanno invitato a riprendere in serenità la normale attività didattica, attenendosi alle raccomandazioni precauzionali segnalate dallo stesso dirigente scolastico.Non sovraffollare la palestra di classi, evitando di portare più di una classe insieme, effettuare la ricreazione in classe e non nei corridoi, evitare di passarsi sigarette e cibi, non affollare i bagni. Queste alcune delle precauzioni previste . “La collaborazione di tutti – spiega il dirigente - è indispensabile in questo momento per riportare serenità nell’ambiente, per riprendere la normale attività scolastica. Colgo anche l’occasione per esprimere la mia personale, accorata speranza e, sono sicuro, anche la vostra, per una pronta guarigione del nostro Alunno e vostro compagno che attraversa un momento così difficile della sua esistenza”. “Non c’è alcun motivo di allarmarsi o di preoccuparsi più del dovuto – ha invece spiegato il sindaco Leo Annunziata – è stata avviata la profilassi prevista e sono stati fatti tutti i controlli e indagini su tutti coloro che abbiano frequentato o venuti a contatto con l’alunno. Al momento la nostra maggiore attenzione è verso lo studente che esca presto da questo incubo”. Il giovane studente è tutt’ora ricoverato presso il Cotugno di Napoli, e le sue condizioni sono stabili.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.