Home > Cronaca > Somma Vesuviana, il Forum dei Giovani dà il via alla "Biblioteca sociale- Un (...)

Somma Vesuviana, il Forum dei Giovani dà il via alla "Biblioteca sociale- Un libro è per sempre"

sabato 18 febbraio 2012, di La redazione


Somma Vesuviana. Da lunedì chiunque voglia donare al Forum dei giovani dei libri potrà farlo aderendo al progetto della “Biblioteca sociale- Un libro è per sempre”. L’iniziativa, approvata nell’ ultimo consiglio dell’organo giovanile cittadino, si avvale della collaborazione della biblioteca comunale di Somma Vesuviana. In effetti, chiunque voglia, potrà conferire qualsiasi testo presso gli uffici della biblioteca di Palazzo Torino, in piazza Vittorio Emanuele III, dove i libri catalogati saranno riposti in attesa di essere ordinati nella nuova sede del Forum dei Giovani. “E’ un’iniziativa a cui tenevamo tantissimo- racconta Carmen Liguori, responsabile del gruppo Cultura del Forum- perché la lettura rappresenta un momento topico per la formazione giovanile”.E’ la stessa Liguori a specificare la natura dei testi che si potranno consegnare al Forum. “Accoglieremo volentieri qualsiasi tipo di testo. Romanzi di formazione, saggi, racconti brevi, fumetti. Tutto ciò che potrà mettere in moto un circolo virtuoso letterario sarà ben accetto. Noi sappiamo che sul territorio ci sono associazioni che si spendono molto affinché i giovani si avvicinino alla lettura e sarebbe bello poter iniziare, sulla base del conferimento e della condivisone dei testi, una sinergia con loro. Ripeto, la lettura- prosegue la titolare alla Cultura del Forum- è una dei capisaldi della formazione di noi giovani”. Ma nelle intenzioni del Forum il progetto non vuole essere solo un momento di formazione, di condivisione e di aggregazione. Esso infatti ha anche lo scopo di democratizzare l’accesso al sapere. “Se riuscissimo a raccogliere anche dei testi universitari potremmo dare alla popolazione giovanile l’opportunità di alleggerire le spese per la loro formazione universitaria”. Dello stesso eco l’intervento di Antonio Polise, coordinatore del Forum dei Giovani. “Io vorrei innanzitutto sottolineare la grande disponibilità dataci, per la realizzazione dell’iniziativa, dallo storico bibliotecario Aurelio Cerciello. Inoltre vorrei ringraziare anche le Istituzioni che si adopereranno per supportarci nell’iniziativa. Quest’ultima- afferma Polise- ha un alto valore per i giovani della nostra cittadina. E’ bello che i ragazzi di oggi si adoperino per chi verrà in un futuro”. Sulla questione sede confiscata alla camorra, e nella quale in futuro saranno allocati i testi, interviene lo stesso Polise. “Siamo ai dettagli tecnico-burocratici. Tra poco i giovani locali, grazie all’impegno delle Istituzioni, potranno avere una “casa” nella quale esercitare il loro diritto di partecipazione alla vita attiva della nostra cittadinanza”.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.