Home > Attualità > Comunicati Stampa > Somma Vesuviana, riceviamo e pubblichiamo l’invito dell’assessore Coppola ai (...)

Somma Vesuviana, riceviamo e pubblichiamo l’invito dell’assessore Coppola ai Direttori dei Giornali Online: "No ai commenti non firmati"

giovedì 23 febbraio 2012, di Comunicato Stampa


Gli operatori di ogni forma di comunicazione, soprattutto quella interattiva online, hanno il dovere morale di vigilare sui contenuti degli articoli e dei commenti che vengono pubblicati, in quanto l’oltraggio alla verità non paga.
Ogni attività informativa ha l’obbligo di adoperare un linguaggio chiaro, che aiuti a far capire ciò che accade, senza il carico di pregiudizi, ideologie ed appartenenze. “Il vostro parlare, direbbe San Paolo, sia sempre con Grazia. Grazia intesa come gratitudine per lo stupore nel raccontare la vita del mondo, del territorio, delle persone comuni. Grazia è anche apertura fatta di curiosità, ingrediente principe di ogni giornalista, al nuovo che ciascuna notizia contiene”.
Ogni operatore di questo delicato settore è chiamato a rispondere alla propria coscienza facendo proprio l’esercizio della correttezza che nasce dall’assunzione di responsabilità di quanto si scrive e si comunica.
Garbo e professionalità emerge quasi sempre dagli articoli dei giornali online vesuviani, diretti con la maestria e la consapevolezza di esercitare un potere da saper gestire e misurare.
La firma che ogni giornalista appone sotto ogni articolo è rappresentativa del proprio onore personale e professionale, e rispettosa dell’attenzione che ogni lettore dedica alla sua notizia.
Un rapporto, quello tra chi scrive e chi legge, che no può prescindere dal riguardo che l’uno deve avere verso l’altro: chi legge ha il diritto di sapere chi scrive.
Questo sancito diritto, viene regolarmente calpestato da chi consente ad ignoti commentatori di ledere l’immagine o l’onorabilità di persone protagoniste della vita sociale, culturale e politica del territorio, rendendo non più un pubblico servizio, ma rendendosi complici, il più delle volte, di pubblici ludibri.
Quello dei commenti non firmati, lesivi o non della dignità altrui, è un mal costume tutto sommese che va assolutamente sradicato nell’interesse di tutti, ma soprattutto nell’interesse di quella tanto decantata democrazia, intesa come libertà e non recepita come libertinaggio.
Cari Direttori, un giornale serio non ha bisogno di questo e si differenzia anche per questo.

Buon lavoro. Cordialmente, Emanuele Coppola

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.