Home > Cronaca > Terzigno. Palazzo storico a rischio crollo: strada ainterrotta al (...)

Terzigno. Palazzo storico a rischio crollo: strada ainterrotta al traffico

domenica 26 febbraio 2012, di Giovanna Salvati


Terzigno. Palazzo storico pericolo crollo: chiusa la strada al traffico. Si tratta di uno dei monumenti storici della cittadina più antichi, quello in piazzetta Immacolata che da ieri è oggetto di discussione. Temono che da un momento all’altro le mura fatiscenti e che possa venire giù coprendo con le macerie ignari passanti. La struttura è evidentemente pericolante, come è stato certificato dai sopralluoghi effettuati nella giornata di ieri dai Vigili del Fuoco, allertati da qualche pietra e grondaia abbattutasi al suolo, e dopo le continue segnalazioni dei residenti della zona che ora chiedono un intervento e anche tempestivo. Il primo passo è stato quello di transennare l’area circostante e soprattutto di chiudere completamente la traffico le strade confinanti. “Non ci interessa la destinazione d’uso e soprattutto di chi sia – incalzano alcuni cittadini - il pericolo va comunque rimosso urgentemente, si deve avere il coraggio di una operazione che risolva il problema”. E cosi il sindaco Domenico Auricchio ieri ha subito intimato al proprietario il termine di dieci giorni per avviare lavori di messa in sicurezza dello stabile, viceversa verrà abbattuto. Un palazzo disabitato da oltre un decennio, ma che rappresenta un monumento sotto gli occhi di tutti per il suo valore patrimoniale e storico. Ma il cespite rappresenta anche un punto di riferimento: la sua posizione strategica incide infatti su ben tre strade: Piazza Immacolata, via IV Novembre e via San Pasquale. In caso di crollo i danni potrebbero davvero sfiorare la tragedia. Un palazzo storico di notevole pregio ma che presenta vistose e pericolose crepe in più punti, evidentemente le copiose piogge dei giorni scorsi hanno contribuito al distacco del cornicione, un episodio che fa il paio con l’appello pervenuto non più di due giorni fa da parte di chi più volte, anche nelle stanze governative locali, invitava di occuparsi maggiormente dello stato dei palazzi e dei monumenti storici che spesso versano in condizioni non propriamente turistiche. Il centro storico vive una situazione di emergenza, dovuta ad una concausa di problemi. Non ultimi quelli legati alla viabilità ed ai parcheggi, e il cespite potrebbe rappresentare l’opportunità che si può offrire alla città abbattendo una struttura ormai fatiscente e pericolosa per fare spazio ad una vasta area che possa ospitare dei posti auto e qualche spazio verde. In tal modo si potrebbe tornare a dare respiro ad un centro che soffoca, ad attività commerciali che debbono essere incentivate ed ai residenti stessi, spingendo magari qualcuno che vi risiedeva a tornarvi. Ma tutto naturalmente fa parte di ipotesi, in attesa che il legittimo proprietario intervenga.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.