Home > Cronaca > Torre Annunziata. Fiamme Gialle "a scuola" di pronto soccorso

Torre Annunziata. Fiamme Gialle "a scuola" di pronto soccorso

domenica 26 febbraio 2012, di Giovanna Salvati


Torre Annunziata: Pratiche cardiorianimatorie ed uso del defibrillatore: i militari del comando Gruppo della Guardia di Finanza si aggiornano sulle norme del primo soccorso, finalizzato ad una stretta collaborazione con il sistema di emergenza del 118. Una giornata di studio ed approfondimento tra il personale medico e le fiamme gialle, presso il comando Gruppo della Guardia di Finanza dove trenta militari hanno partecipato al corso di formazione al primo soccorso cardiorianimatorio con l’uso del defibrillatore. La giornata è stata interamente dedicata alle tematiche della rianimazione cardio- polmonare con l’obiettivo di addestrare il personale non sanitario delle fiamme gialle al primo soccorso con il sistema di emergenza del 118. Si tratta dell’8 corso di abilitazione nelle tre regioni del distretto dei Lions. L’evento formativo è stato organizzato con la collaborazione attiva del Centro Addestramento della Guardia di Finanza, coordinati dal Colonello Francesco Di Tommasi, dall’Associazione Lions di Pompei guidata dal Presidente Pasquale di Paolo ed è stata coordinata da un equipe di istruttore, tra i quali in primis il dott. Maurizio Santomauro Responsabile area emergenze del centro formazione della Università Federico II di Napoli. “Nella maggior parte dei casi di arresto cardiaco – ha spiegato Santomauro - i tempi per rianimare sono molto brevi e non sempre l’ambulanza riesce ad assicurare l’arrivo in tempi cosi stretti. L’iniziativa serve proprio a questo , 30 agenti della Guardia di finanza infatti questa mattina sono qui per imparare ed abilitarsi al primo soccorso e all’uso del defibrillatore, in questo modo la loro presenza attiva ed imemdiata sul territorio permetterà di garantire nei casi di emergenza un pronto intervento sul posto in attesa dell’arrivo dei soccorsi del 118”. “L’iniziativa è stata già ampiamente portata avanti anche con altri rappresentanti delle forze dell’ordine – ha invece spiegato il Presidente dei Lions Pompei Di Paolo – questo perché sono stati sposati in pieno i principi di sensibilità e impegno che vedono cosi oggi i trenta agenti formarsi per offrire un tempestivo intervento nei casi di emergenza e tutelare ancora di più i cittadini”. Il corso parte dal principio di base che meno del 5% dei soggetti colpiti da un attacco cardiaco sopravvive, poiché l’intervento di primo soccorso non giunge in tempo. Effettuare una rianimazione cardio polmonare nei primi minuti cosi dopo l’evento è quindi indispensabile per aumentare notevolmente le possibilità di sopravvivenza. Tanta la partecipazione per una giornata che ha visto i componenti delle fiamme gialle dilettarsi tra teoria e simulazione ma sopratutto mettendo in prima linea la volontà di apprendere principi da poter poi applicare nella vita quotidiana a servizio dei cittadini.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.