Home > Politica > Ottaviano. Ragosta subentra nel consiglio comunale "per me è il primo giorno (...)

Ottaviano. Ragosta subentra nel consiglio comunale "per me è il primo giorno di scuola"

giovedì 1 marzo 2012, di Giovanna Salvati


Ottaviano." Questa sera mi trovo di fronte a voi,umile per il compito che mi aspetta,grato per la fiducia che l’elettorato, due anni e sette mesi fa, mi ha accordato e cosciente dei sacrifici compiuti, fino ad oggi, da quelli che mi hanno preceduto" . Un discorso patriottico ma intrinseco di voglia di fare, cosi risuonano le parole di Emanuele Ragosta, il neo insediato consigliere comunale eletto tra le fila della civica Solidarieta’ e Progresso, e subentrato al posto del dimissionario consigliere Michele Saggese . E’ lui a portare una ventata nuova nell’aula consiliare che per l’occasione, e forse per la prima volta riesce a coinvolgere giovani. Giovane attivista del “Il Confronto” non esita a ringraziare chi lo ha sostenuto e cosi dopo essere accolto da un applauso spiega "Ho ritenuto doveroso - spiega Ragosta - fare un preliminare passaggio con il consigliere dimissionario Saggese per capire cosa lo avesse spinto ad una scelta così drastica ed improvvisa. Ho poi successivamente avuto modo di parlare con il sindaco Iervolino, che mi ha comunque sottolineato, da subito, l’assoluta libertà che avevo nelle scelte che sarei andato a fare. Sono state entrambe chiacchierate molto costruttive ma successive comunque ad una scelta che avevo già fatto anche se non l’avevo ancora comunicata ai diretti interessati". "Oggi, per me, è il - conclude il giovane- primo giorno di scuola. So che sarà difficile. Ma La soddisfazione per questa vittoria finisce in questo stesso momento. Ora è arrivato per me il momento di lavorare. " Un applauso ed un brindisi inaugurano così un nuovo percorso sui quali in tanti puntano ma forse in pochi credono, e tra il pubblico i piu’ scettici commentano "speriamo non siano solo parole". Un sostegno arrivato cosi anche dai suoi colleghi di maggioranza e minoranza dove l’unica voce seppur vicina ma fuori dal gruppo è quella di Biagio Simonetti che esclama “avere libertà di pensiero non è una concessione che ti ha dato il sindaco Iervolino, ma un tuo diritto”. Parole che tuonano in un clima dove in tanti aspettano ora che dopo tante parole arrivino i fatti. Ragosta infatti, attraverso l’associazione “il Confronto” non ha mai esitato a contrastare l’operato, in modo costruttivo, dell’amministrazione comunale con la quale fu eletto e che ora si trova a rappresentare. Posizione ambigua o solo una sfida per una marcia in più? Interrogativi che solo nei prossimi mesi potranno essere chiariti.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.