Home > Politica > Nola, la ‘Travaglia’ si fa il trucco

AMMINISTRAZIONE COMUNALE NOLA

Nola, la ‘Travaglia’ si fa il trucco

Nell’importante zona del ‘Centro Storico’ situata alle spalle del Tribunale della città dei Gigli, sono in corso di esecuzione i lavori di ammodernamento e ristrutturazione per ovviare al degrado ed allo stato di abbandono in cui versava l’area da diversi anni.

venerdì 2 marzo 2012, di Mauro Romano


Oltre ai tecnici incaricati della progettazione, - arch. Felice Meo e arch. Filomena Russo Del Prete - ad avere i meriti principali di questa pregevole iniziativa, il sindaco Geremia Biancardi e l’Assessore ai Lavori Pubblici, il vicesindaco Enzo De Lucia, i quali si sono avvalsi della preziosa professionalità del consigliere comunale, arch. Pasquale Petillo e del dirigente dell’U.T.C., settore Lavori Pubblici, arch. Giovanni De Sena, i quali hanno operato in perfetta sintonia al fine di non lasciare niente di intentato per rendere le opere di assoluto valore.

La proposta progettuale è stata rivolta alla riqualificazione di uno spazio di collegamento per la città, attraverso il ridisegno e la ridefinizione di tre aree funzionali:

1 Area di ingresso, su Piazza Giordano Bruno e su Via Santa Chiara;
2 Area di sosta e aggregazione;
3 Area parcheggi;
Tali superfici sono collegate al contesto urbano preesistente attraverso un asse albero-pedonale e un asse carrabile. Questi spazi non solo fortificano il collegamento di Piazza Giordano Bruno con la città, ma rendono accessibile un’area fino ad ora dismessa.
Si è quindi stabilito di procedere con un intervento radicale su tutta l’area con lo scopo principale di rendere funzionale e accogliente lo spazio e di stimolare le attività socio-culturali, intervenendo con:

• l’ individuazione delle aree funzionali;
• la realizzazione di un asse carrabile;
• la realizzazione di un asse pedonale;
• la realizzazione di una fascia alberata, la cui presenza garantisce ombreggiamento e protezione al percorso pedonale;
• la realizzazione di un basamento/fioriera;
• la realizzazione di un sistema di sedute;
• il miglioramento dell’ illuminazione notturna, mediante la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione.

L’assetto dello spazio risulterà notevolmente modificato diventando un nuovo punto di attrazione e di snodo per la città e offrendo agli utenti la possibilità di passaggio o di sosta all’interno dello stesso. Funzionale ai fini del progetto sono risultate la lettura della tradizione costruttiva locale e l’analisi del contesto urbano che hanno suggerito la scelta di materiali tipici del luogo, come la pietra lavica bocciardata per la pavimentazione carrabile, la pietra di Apricena per la pavimentazione pedonale e il tufo per il basamento-fioriera.

RIPORTIAMO LE IMPRESSIONI dell’Assessore ai Lavori Pubblici, il vicesindaco Enzo De Lucia.

“Dapprima l’area era attribuita al ‘Palazzo di Giustizia’ che la deteneva per motivi di sicurezza per le aule che si affacciano sulla ‘Travaglia’. L’intervento infatti non a caso prevede proprio a ridosso del Tribunale la zona pedonale come a creare una sorta di “barriera” attuata però con alberi e spazi a verde.

L’area su cui insiste il progetto è di particolare interesse storico e artistico per la città. Si tratta, infatti, di uno spazio-filtro tra Via Santa Chiara e Piazza Giordano Bruno, delimitato a EST dallo storico e pregevole Palazzo degli Orsini, sede del Tribunale di Nola. Lo slargo si presentava in condizioni pessime ed il senso di abbandono e di incuria era molto evidente, motivo per il quale viene utilizzato dalla cittadinanza esclusivamente come via di passaggio. Diventava indispensabile, quindi, una proposta progettuale di riqualificazione, in modo da restituire alla cittadinanza non solo un adeguato e funzionale asse di collegamento pedonale e carrabile, ma anche e soprattutto uno spazio di sosta e di aggregazione dove poter vivere un frammento della città ormai inesistente.

Del risultato eccellente ringrazio innanzitutto il sindaco Geremia Biancardi che ha creduto fin dall’inizio nel progetto messo in opera dai giovani, ma validi tecnici, gli arch. Felice Meo e Filomena Russo Del Prete, i quali hanno interpretato in maniera pregevole le idee dell’amministrazione, concretizzate in un pianificazione sobria e funzionale. Inoltre mi è d’obbligo dare merito a due figure importanti che accompagnano i miei passi di titolare di una branca così importante del comune di Nola. Mi riferisco agli arch. Giovanni De Sena e Pasquale Petillo, che rappresentano per la mia carica istituzionale di assessore ai Lavori Pubblici ed Edilizia Scolatica, la sicurezza di poter lavorare sempre per il meglio, potendomi avvalere della loro competenza ed indiscussa professionalità. E’ con soddisfazione, tra l’altro che voglio sottolineare la celerità con cui è stata portata avanti l’opera che volge ormai al completamento, finanziata con i fondi del protocollo d’intesa con il Vulcano Buono, per circa 560.000 euro.
E’ su questa scia che si vuole dare nuovo impulso alle opere pubbliche della nostra amata città, concretizzando in opere visibili l’impegno giornaliero mio e dell’intera amministrazione ”.

PROSSIMI OBIETTIVI: "Per rimanere nel concreto, entro fine mese inizieranno i lavori presso la rotatoria di via San Massimo/via Variante 7 Bis e della rotatoria di via Nola-San Gennaro, di cui abbiamo già data notizia. Poi sarà la volta di importanti opere già previste nelle frazioni di Polvica e Piazzolla".

Come a dire: “Tutto sotto controllo!” E per rassicurare la cittadinanza del comune bruniano che tutte le risorse disponibili saranno ben spese dove le urgenze e le necessità sono più evidenti.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.