Home > Politica > Somma Vesuviana, "C’era una volta il Pd". I democratici spaccati si fanno i (...)

Somma Vesuviana, "C’era una volta il Pd". I democratici spaccati si fanno i dispetti come in un "gioco da ragazzetti"

sabato 3 marzo 2012


Somma Vesuviana. “E’ solo un giochino da ragazzetti”. E’ lapidario il commento di Alfonso Auriemma sull’evento organizzato dal Partito Democratico e dai Giovani Democratici dal titolo “Tesserarsi non basta- Le primarie delle idee dei giovani democratici”. Evento che andrà in scena in contemporanea, martedì 6 marzo, con quello organizzato da “Noi Democratici di Somma”, un’area di pensiero nata all’interno dei democratici cittadini, ed il cui titolo è "C’erano una volta le politiche sociali". E “C’era una volta il Pd” si potrebbe scrivere visto che suonano come un record due manifestazioni dello stesso partito che si svolgono in contemporanea e a poche decine di metri l’un dall’altra. La prima andrà infatti in scena nella sezione del partito di piazza Vittorio Emanuele III, mentre la seconda si svolgerà nella sala consiliare del comune sommese. Della seconda si sa poco o nulla. Raggiunto telefonicamente il segretario democratico Pietro Allocca ha spiegato che del Forum sulle Politiche Sociali “è stato avvisato all’ultimo momento”. Inoltre la stessa guida democratica ha scomunicato il gruppo di “Noi Democratici” affermando che “il partito non ha rilasciato alcuna autorizzazione per lo svolgimento della manifestazione”. Chi invece va dritto al cuore del problema Pd è Alfonso Auriemma che non lesina critiche all’attuale dirigenza del primo (presunto) partito di opposizione cittadina. “Da un tesseramento taroccato è nata una classe dirigente sulla stessa lunghezza d’onda. Una classe dirigente completamente chiusa ed assente dai problemi reali delle persone” ha affermato Auriemma, che già in passato aveva espresso i suoi dubbi sull’attuale guida dei democrat. “Quello delle politiche sociali, e della loro relativa gestione da parte dell’amministrazione Allocca, è un tema caldissimo della nostra comunità e “la contromanifestazione” organizzata dalla sezione è solo un giochino da ragazzetti”. Auriemma ha anche infilzato il Pd sulla sua assenza cronica nei dibattiti cittadini sollevati soprattutto da forze politiche e movimentiste a sinistra dei democratici. “Prendiamo ad esempio la questione della gestione del Castello D’Alagno. Dove sono i nostri dirigenti? Si sono mai interessati alla problematica?”. Dunque, ad un anno dalle amministrative emergono i mali della sezione sommese del Pd. Una sezione logorata da lotte intestine e mal calata nel dibattito, critico-propositivo, sulle problematiche della cittadina sommese. L’ultima uscita ufficiale infatti, quella dei seminari organizzati alla fine del dicembre scorso, fu un flop visto che al primo incontro parteciparono non più di una trentina di persone, mentre degli altri in programma non se n’è saputo più nulla.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.