Home > Politica > Terzigno. Project financing: nell’ex proprietà Contaldi arriva il (...)

Terzigno. Project financing: nell’ex proprietà Contaldi arriva il parcheggio

mercoledì 7 marzo 2012, di Giovanna Salvati


Terzigno. Project financing: nell’ex proprietà Contaldi arriva il parcheggio pubblico. Lo ha annunciato il primo cittadino di Terzigno Domenico Auricchio che cosi avvia la città terzignese verso un nuovo piano di riqualificazione e di sviluppo a servizio dei cittadini. La realizzazione rientra infatti in un altro importante capitolo del piano strategico di valorizzazione della città ed in particolare del centro cittadino, il tutto rivalutando le strutture già esistenti ma congelate dalle proprie funzioni. Un intervento possibile, nonostante la grave crisi che stanno attraversando gli enti pubblici e i pesanti tagli alle risorse pubbliche, grazie alla collaborazione fra Comune e privati e allo strumento del project financing: la società privata, infatti, investe direttamente risorse proprie e sostiene gli oneri di realizzazione. Una “mano santa dal cielo” che potrà cosi finalmente evitare i disagi che spesso si generano a causa dell’inciviltà di chi sosta in modo selvaggio, o occupa abusivamente spazi non autorizzati. “Il progetto prevede la realizzazione – spiega il sindaco Domenico Auricchio – di un area adibita a parcheggio nell’ex proprietà comunale. Un idea che diventerà operativa appena si passerà alla fase progettuale e di seguito alla realizzazione, certo ci vorrà ancora del tempo, ma stiamo lavorando a questa in particolare, come ad altre opere, tutte finalizzate ad offrire servizi ai nostri concittadini. E’ nostra volontà rendere Terzigno a misura di uomo – continua il tricolore Auricchio – ci stiamo impegnando per non deludere il mandato che ci è stato dato dai nostri cittadini. Continuiamo la riqualificazione delle strade, quelle di nostra competenza e stanno per partire altri lavori su un altro lotto di strada nel centro della città. Certamente i tempi sono troppo lenti, ma non per colpa nostra, la burocrazia va rispettata”. Un progetto senza dubbio che apre anche le porte al recupero di uno dei palazzi storici della città che un tempo peraltro ospitava il palazzo municipale, ma che con il tempo è diventato una discarica anche a cielo aperto, dove in tanti hanno sversato persino rifiuti.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.