Home > Attualità > Comunicati Stampa > Ad Acerra un Centro di etica ambientale

ISDE MEDICI PER L’AMBIENTE CAMPANIA

Ad Acerra un Centro di etica ambientale

Ambiente, etica e salute. Venerdì 9 marzo alle 18.00 nella Biblioteca diocesana di Piazza Duomo (interno palazzo vescovile) esperti, docenti universitari, professionisti e cittadini si confronteranno su prospettive e azioni concrete.

venerdì 9 marzo 2012, di Comunicato Stampa


Interverranno il vescovo di Acerra, monsignor Giovanni Rinaldi e il prof. Alessandro Distante, Presidente dell’Istituto Scientifico Biomedico Mediterraneo. A Prisco Piscitelli, ricercatore universitario, e Gaetano Rivezzi, coordinatore regionale dei Medici per l’Ambiente, il compito di illustrare il progetto di un Centro di etica ambientale che vede impegnati la diocesi, l’ISBEM (Istituto scientifico biomedico mediterraneo) e l’ISDE (Medici italiani per l’ambiente).

Di sviluppo sostenibile e del rapporto ambiente/salute si parla ormai da tempo. Monsignor Rinaldi ha fatto della cura del Creato uno dei punti cardine del suo lavoro pastorale ad Acerra.

Ora, offrendo come modello i santi patroni Cuono e Figlio, la Chiesa vuole fare un passo avanti e dare vita ad un Progetto scientifico, per ritessere il legame tra cittadini e istituzioni e proporre buone pratiche a favore di uno sviluppo territoriale con al centro l’uomo e il suo bene integrale.

Il santo patrono Cuono era Curator aquae, un moderno ingegnere idraulico, martire cristiano nel 275 ad Iconio, attuale Konya in Turchia. La tradizione racconta di un suo intervento per salvare la città durante un’inondazione. Il culto ad Acerra è riportato già nel IX secolo.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.