Home > Attualità > Comunicati Stampa > “130mila euro rientrano nelle casse comunali: l’Amministrazione Napolitano (...)

“130mila euro rientrano nelle casse comunali: l’Amministrazione Napolitano raccoglie i suoi frutti”

In pratica, la BNL S.p.A è stata condannata dal Giurì per aver operato in dispregio degli obblighi incombenti quale Tesoriere Pro Tempore del Comune di Comiziano, non avendo fatto i dovuti riscontri per accertare l’originalità delle firme in calce ai mandati di pagamento.

lunedì 12 marzo 2012, di Comunicato Stampa


Si parla sempre di mala gestione della cosa pubblica nelle cronache di ogni giorno. Soldi dei cittadini che vengono puntualmente sperperati lasciando a “bocca asciutta” le casse Comunali. Una dura realtà che, però, sembra essere completamente l’opposto dell’ultima battaglia stravinta dal Comune di Comiziano.

Il grande impegno profuso dall’Amministrazione guidata dal Dott. Paolino Napolitano ha permesso il recupero di 128.430,16 euro. Una cospicua somma che era stata sottratta negli anni all’Ente di Piazza Vittorino Alfieri dal 2004 al 2008. Nel dettaglio, la Corte dei Conti, Sezione Giurisdizionale per la Regione Campania, ha condannato la Banca Nazionale del Lavoro (Sentenza n. 2187/2011 del 30/12/2011), ex Tesoriere Comunale, per aver soddisfatto mandati di pagamento con firme difformi da quella della dr.ssa Guerriero (all’epoca Segretaria dell’Ente).

In pratica, la BNL S.p.A è stata condannata dal Giurì per aver operato in dispregio degli obblighi incombenti quale Tesoriere Pro Tempore del Comune di Comiziano, non avendo fatto i dovuti riscontri per accertare l’originalità delle firme in calce ai mandati di pagamento. Un’operazione, quella messa a segno dall’Ente, che si è conclusa a pochi giorni dalla sentenza emessa dalla Corte dei Conti della Campania grazie alla solerzia dell’Amministrazione Napolitano:

“Abbiamo operato nell’interesse dell’intera comunità – ha dichiarato il Sindaco – non abbandonando, nemmeno per un istante, il nostro obiettivo. Queste risorse rientrate nelle casse comunali verranno iscritte nel redigendo bilancio 2012. Per questo soddisfacente risultato devo ringraziare il duro “lavoro di squadra” degli uffici competenti e della Giunta”.

Una task force che ha portato un risultato positivo, contravvenendo al luogo comune che vede i tempi della burocrazia amministrativa come un pesante pachiderma molto lento e macchinoso. Subito dopo l’uscita della sentenza, infatti, l’ufficio Ragioneria del Comune ha effettuato i relativi conteggi poi passati nelle mani della Giunta che ha deliberato gli importi dovuti dalla BNL sino al 31.01.2012 (compresi gli interessi legali e la rivalutazione monetaria).

Tali risorse verranno iscritte nel bilancio dell’anno in corso e saranno utilizzate per ripianare debiti dovuti agli ammanchi verificatisi negli anni. Una strada, quella del recupero crediti, che continuerà ad essere una voce fondamentale nell’agenda della Giunta Napolitano, soddisfatta a pieno del risultato conseguito in quest’ultima azione.

Il recupero di queste somme, infatti, eviterà ulteriori aggravi per le tasche dei cittadini comizianesi andando ad incidere sulla sana condotta dei conti della Casa Comunale.

Autore/Fonte: Valeria Cuomo

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.