Home > Attualità > Comunicati Stampa > Aniello La Gala, ’Solidarietà ad Ottavia’

PROPOSTA AL CONSIGLIO COMUNALE

Aniello La Gala, ’Solidarietà ad Ottavia’

Sabato 25 Febbraio, un avvenimento ha procurato enorme tristezza: il camion, mezzo a disposizione con cui i membri di Ottavia compivano l’attività di raccolta, riciclaggio e riutilizzo di materiali, è andato alle fiamme; ad oggi, è ancora incerta la natura del fatto.

martedì 13 marzo 2012, di Comunicato Stampa


La cooperativa Ottavia, con sede a Marigliano, è composta da persone il cui lavoro consiste nel contrasto alle forme del disagio sociale, dell’esclusione, della marginalità. Sovente, in siffatti contesti, si opera con pochi mezzi, risorse economiche limitate e contando di più su tensione ideale e vincoli di reciprocità e sussidiarietà.

Sabato 25 Febbraio, un avvenimento ha procurato enorme tristezza: il camion, mezzo a disposizione con cui i membri di Ottavia compivano l’attività di raccolta, riciclaggio e riutilizzo di materiali, è andato alle fiamme; ad oggi, è ancora incerta la natura del fatto.

Si trattasse di dolo, saremmo al cospetto del livello di umanità più basso e misero. Tuttavia, prescindendo per un attimo da questo, occorre notare come, con anni di fatica e di costruzione all’insegna dell’autenticità e della correttezza, nonché di un ambiente lavorativo in grado di determinare utili di bilancio ed occupazionali, si ottenga la maggiore attenzione nella circostanza peggiore.

Nel suo insieme, invece, la vita della cooperativa racconta tante esperienze, di segno bello e positivo. Racconta di passione, di coraggio, di competenza. Ottavia ci dice dell’opportunità di rapportarsi in modo differente all’associazionismo ed alla cooperazione, alle politiche sociali, ai momenti del recupero, dell’integrazione e dello sviluppo; all’assistenza, prestata con umanità e professionalità, a chi vive in stato di indigenza, sotto soglia di povertà, in condizioni di salute precaria. Ambiti che meriterebbero, quotidianamente, l’attenzione della cittadinanza e delle istituzioni.

Ad Ottavia in modo particolare, ma a quanti si impegnano nella medesima direzione, il Consiglio Comunale di Marigliano esprime la più grande e motivata vicinanza; e demanda alla Commissione per le Politiche Sociali ed al Consigliere proponente di verificare le modalità organizzative di incontri per la promozione dei concetti di legalità, solidarietà, partecipazione, etica della responsabilità e cittadinanza attiva. Agli stessi soggetti, il Consiglio Comunale assegna il compito di istituire una Fondazione di Comunità, ovvero, un gruppo di collaborazione e di lavoro il cui fine sia allestire e recuperare fondi per il Welfare, secondo la miglior intelligenza ed economicità.

Ciò, per non attendere il verificarsi di un evento spiacevole, come con Ottavia, e contribuire stabilmente al miglioramento delle condizioni sociali; al sostegno delle classi più deboli; a difendere la dignità delle persone e ad accorciare le distanze tra l’individuo ed i suoi diritti inalienabili. Il compito vero, e alto, della politica.

Marigliano, Il Consigliere Comunale Aniello La Gala

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.