Home > Attualità > Comunicati Stampa > Libri, semplici consigli del mecenate nolano

LIBRI ANTICHI

Libri, semplici consigli del mecenate nolano

Dall’attico Biblioteca e Museo di casa Vecchione arriva una serie di consigli utili per la conservazione dei libri antichi e rari.

martedì 13 marzo 2012, di Comunicato Stampa


Da tempo, abbiamo il piacere di frequentare la casa del Dott. Luigi Vecchione mecenate nolano, ricca di cimeli, libri antichi e rari. Libri belli da leggere, da consultare, da guardare, ammirare, sfogliare, ma soprattutto da toccare, questo è l’insegnamento del Dott. Vecchione.

I libri antichi poi, sono un contenitore di storie, curiosità, esperienze, avventure. Ma pochi si soffermano a considerarli come un insieme di attività intellettuali, tecniche, artigianali e artistiche di immenso valore. Basti pensare che il contenuto dei libri antichi può essere praticamente riprodotto all’infinito, ma ciò non accade per i suoi elementi costitutivi che sono fondamentali per capire il contesto culturale e sociale in cui il libro ha avuto origine e diffusione. Tali elementi sono: la carta, la legatura, la copertina.

L’attico di casa Vecchione è un tutt’uno dal sapore antico, i libri poi, rappresentano quel giacimento culturale inestimabile per conoscere la storia di un luogo come il territorio di Nola amato e sospirato da Vecchione, e che alla venerabile età di 95 anni, non smette di trasmette a chi gli sta vicino questo amore profondo e sviscerale per il libro e per la storia di Nola.

La Biblioteca Vecchione ricordiamo è stata donata al Comune di Nola, e che sarà allocata probabilmente negli ex locali del carcere in via Merliano costituendo un’ altra concentrazione culturale, di grande importanza per la Città dei Gigli. Ma come tutte le cose antiche, hanno la loro fragilità ed ecco allora l’importanza della corretta conservazione dei libri antichi che non deve essere sottovalutata.

I materiali di cui sono costituiti sono di natura organica (prodotti animali o vegetali) e quindi molto deperibili col trascorrere degli anni. Tanti sono i nemici dei nostri libri antichi. Anche nelle nostre moderne abitazioni la loro azione può essere molto pericolosa. Tarli, termiti, topi possono distruggere un libro scavando buchi enormi, o operando come delle fini ricamatrici, mentre muffe e polvere rendono fragile la carta e creano un ambiente a loro favorevole.

I consigli del mecenate nolano sono quelli di amare innanzi tutto i nostri libri e difenderli da questi nemici, per fare ciò occorre seguire alcune regole semplici ma precise. Come per la salute della nostra persona, anche per quella dei libri antichi, è necessaria, prima della cura, la prevenzione. Occorre tenere presente che i libri antichi hanno bisogno di respirare, quindi aria, luce ma non il sole diretto, ambiente asciutto ma non secco (sia l’atmosfera umida, sia quella eccessivamente secca favoriscono la friabilità della carta e la diffusione delle muffe).

Un bel pennello morbido sarà un attrezzo utilissimo per spolverare i libri antichi e gli scaffali almeno una volta all’anno, preferibilmente in primavera. Bene sarebbe lasciare per qualche ora i libri antichi aperti, all’aria. Tutto questo in un locale pulito e senza polvere. Se un utilizzo un po’ “eccessivo” del libro ha determinato orecchie agli angoli, rottura della copertina o strappi nelle pagine ci si deve dimenticare assolutamente che esistono lo scotch e il vinavil: sono due nemici da combattere.

Cosa fare dunque per una buona conservazione? Utilizzare segnalibri e non piegare gli angoli delle pagine dei vostri libri antichi per tenere il segno; sottolineare con matita e non con biro o evidenziatore le parole dei vostri libri rari, estrarre i libri antichi dagli scaffali prendendoli a metà del dorso; la temperatura ideale deve essere di 15 °C; infine non pressate i libri antichi fra loro, lasciare un filo di spazio tra i libri sugli scaffali ... e soprattutto sfogliarli e leggerli, perché i libri, soprattutto quelli antichi arricchiscono non solo la mente ma anche l’anima!

Autore/Fonte: Antonio Napolitano

“LA CONTEA NOLANA”
Libera Associazione Culturale e di Volontariato
Sede Amministrativa Piazza M.C. Marcello 80035 Nola (NA)
Sede Operativa Via Santa Chiara,45 80035 Nola (NA)
Cell. 3384440016 – E-Mail contnolan@libero.it
Sito internet – www.conteanolana.it

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.