Home > Attualità > Scuole chiuse e campane a lutto per Sant’Anastasia

Scuole chiuse e campane a lutto per Sant’Anastasia

giovedì 10 gennaio 2008, di Mina Spadaro


SANT’ANASTASIA. Anche qui il sindaco ha ordinato la chiusura delle scuole per il perdurare dell’emergenza rifiuti. Fino alle 17.00 di questo pomeriggio il primo cittadino Carmine Pone ha atteso la notizia dell’intervento governativo per liberare gli ingressi dei plessi scolastici dai cumuli di spazzatura indifferenziata, ma ciò non è avvenuto. Piuttosto ha avuto conferma dall’ufficio flussi del Commissario di Governo che non è prevista la rimozione neanche nei prossimi giorni. “Non volevo arrivare a decisioni così drastiche, perché ho inteso rispettare le decisioni del Governo. Ci siamo dati una scadenza oltre la quale non attendere più ed è arrivato il momento di agire – dice il sindaco – per cui ho ordinato la chiusura delle scuole a partire da domani e fino a quando non sarà pulito il paese”. La crescente determinazione del sindaco sulla questione rifiuti è venuta in luce anche questa mattina nel corso dell’incontro con le rappresentanti delle circa 400 studentesse del Liceo Socio-psico-pedagogico e linguistico, L. Pacioli, alcune insegnanti e circa 20 mamme, portatesi in Piazza Siano per protestare. A loro, infatti, il sindaco ha assicurato il ricorso a soluzioni tendenti a salvaguardare la salute e l’ambiente pubblico. “Non possiamo più accedere a scuola, perché i due ingressi dell’istituto di via Primicerio sono bloccati da cumuli di rifiuti e siamo stanchi di fare ricreazione nel viale, a contatto costante con l’immondizia. Abbiamo deciso di ribellarci e – dice la rappresentante d’istituto M.A. – di rivolgerci al sindaco per ottenere il supporto delle istituzioni nella nostra azione di protesta”. “Siamo solidali verso tutti i ragazzi delle nostre scuole – afferma l’assessore alla P.I., Luigi De Simone – e, pur rispettando i ruoli, ci rendiamo conto che le loro esigenze hanno priorità e devono presto trovare risposte”. Anche il Parroco, don Rino Santacroce, è sceso in campo informando il Sindaco circa l’intenzione dei rappresentanti della comunità parrocchiale di Santa Maria La Nova di non tacere, e, senza sobillare piazze, riunirsi in Chiesa nelle sere dal 14 al 16 gennaio alle ore 20,00 per pregare e chiedere la liberazione dal flagello dell’indifferenza nei confronti del problema rifiuti e la soluzione del problema igienico-sanitario-ambientale del paese. E dalle 20,00 alle 24,00 di lunedì, martedì e mercoledì prossimo le campane suoneranno a lutto, per risvegliare in tutti il senso della convivenza civile.

Messaggi

  • Siamo tra gli ultimi Comuni della Campania a protestare. Finalmente mostriamo anche noi di esistere. Era ora! Possibile che soltanto oggi vi siate accorti della puzza che attanaglia il nostro paese?
    Quando l’Assessore all’Ambiente disporrà che il latte di calce sia posto sui cumuli di immondizia? Aspetta che scoppi prima qualche epidemia di colera e poi passi al provvedimento?
    Il Sindaco può richiamare l’Assessore ad attivarsi in merito e subito?
    Vigile attento

    • Finalmente anche nel mio Paese si alza la voce dei dissenzienti! Grazie a Vigile attento per il suo intervento che riporto "Siamo tra gli ultimi Comuni della Campania a protestare. Finalmente mostriamo anche noi di esistere. Era ora! Possibile che soltanto oggi vi siate accorti della puzza che attanaglia il nostro paese? Quando l’Assessore all’Ambiente disporrà che il latte di calce sia posto sui cumuli di immondizia? Aspetta che scoppi prima qualche epidemia di colera e poi passi al provvedimento? Il Sindaco può richiamare l’Assessore ad attivarsi in merito e subito? Vigile attento "

      Estendo il mio apprezzamento anche al Signor Sindaco , Avv. Carmine Pone ed all’Assessore alla Pubblica Istruzione, Dott. Luigi De Simone per essersi finalmente attivati ordinando la chiusura delle scuole.

      Resto amareggiato e confuso per l’inattività degli Assessori al Commercio ed all’Ambiente.
      Possibile che questi ultimi due non si siano mai accorti che nelle immediate vicinanze di enormi cumuli di immondizia numerosi esercenti anastasiani espongono le loro mercanzie in vendita?

      Possibile che questi ultimi due Assessori non abbiano mai imboccato Via Capodivilla? Che non si siano mai recati a Somma Vesuviana e non abbiano mai imboccato Via Somma dal prosieguo di Via D’Auria? Possibile che l’Assessore all’Ambiente, il Dottore Coppola per quei pochi che ancora non lo sapessero,nella sua veste di Medico della ASL non si sia mai recato all’ASL di Somma Vesuviana anche soltanto per ritirare i suoi ricettari per poter prescrivere medicinali ai pazienti? Che non abbia mai attraversato a piedi il corso Umberto I^ di S.Anastasia?
      Che non si siano mai recati all’Ufficio postale di S.Anastasia anche per ritirareo spedire una qualche Raccomandata?
      Non riporto altre situazioni simili estese all’intero territorio anastasiano.
      Perchè i nostri due Assessori non manifestino la loro volontà di richiamare gli esercenti e con il Sindaco non pongono qualche loro firma in calce a qualche Ordinanza che, sopratutto in considerazione della grave situazione che viviamo, faccia DIVIETO assoluto di esporre all’esterno degli Esercizi merce deperibile?

      Mi sorprende ancora il silenzio ASSOLUTO e TOTALE dei tanti Consiglieri del Centro destra i quali forse restano in attesa dello scoppio di una EPIDEMIA e/o che torni il COLERA o che si manifestino casi di EPATITE.

      ing. Mario Merone

    • Queste sono le magnifiche soluzioni del signor Sindaco: come quella di mandare la letterina pre capodanno dove annunziava che non era colpa sua di questo stato di emergenza. Le istituzioni servono a fare non a giustificare.
      Ha chiuso le scuole perchè hanno la spazzatura nei loro pressi, e allora noi abitanti sommersi dai rifiuti fin sotto casa che dovremmo fare? Espatriare? Siggilarci dentro?
      Come se poi le scuole, al loro interno, fossero meno lercie di ciò che è fuori.

    • una volta tanto sono d’accordo con il vigile attento.
      Come lei sa l’ass.Coppola sta la ma non lo sa neppure che vuol dire fare l’ass.

    • Senti gianluca perchè non te ne vai nel Nordcorea la tua terra promessa.
      Non abbiamo più voglia di leggere le tue di letterine, per piacere evitaci i tuoi commenti, che se fosse stato al governo regionale il centrodestra tu già ti eri incatenato per la pazzia!!

      comunque non scherzo chiedi asilo politico al Nordcorea il paradiso del comunismo (chiaramente per chi non ci vive).. e basta minchiate che qui c’è un emergenza sanitaria...e meno male che c’è ...la serietà al governo...

      BUFFONI

    • Mi sa che dovrai abituarti alle mie letterine, così come io mi sono abituato alle tue continue sviolinate verso il Sindaco. E tanto per chiarirci: critico il governo della regione Campania - al quale attribuisco la responsabilità della situazione -nella stessa maniera che potrebbe fare uno di destra come te. L’ottusità politica non mi appartiene. A buon intenditore poche parole.
      Concludo: preferisco il sole di Cuba, i paesi asiatici non mi hanno mai attratto.
      A te invece dove ti mando, a Predappio?

    • A cuba si sa si va per il Piacere della carne, in pratica il comunismo allo stato sessuale,se questa cosa ti gratifica.....

      ma predappio è in Italia ed io già ci vivo per cui trovami un altra destinazione....

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.