Home > Attualità > Comunicati Stampa > Imi Sud Acerra, l’ex sindaco Esposito non si è mai opposto all’insediamento!

ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE ACERRANE

Imi Sud Acerra, l’ex sindaco Esposito non si è mai opposto all’insediamento!

Le associazioni ambientaliste acerrane rivendicano: “Siamo stati gli unici a dire di no al trasferimento dell’industria siderurgica nell’Area Asi perchè inquina”

giovedì 22 marzo 2012, di Comunicato Stampa


Acerra – Le associazioni ambientaliste acerrane (Osis, rappresentata da Alfonso Maria Liguori, ex consigliere comunale), Federazione Assocampaniafelix (delegato Gennaro Esposito), Donne del 29 Agosto (rappresentate da Virginia Petrellese), Endas (A. Esposito) e Associazione Allevatori Cannavacciuolo di Acerra comunicano che l’unico fronte che si oppose, nel luglio del 2010, alla delocalizzazione dell’industria siderurgica IMI Sud di Casoria è stato quelle delle associazioni ambientaliste e non certo dell’allora sindaco Esposito (vedi video: http://www.youtube.com/watch?v=LOEHuZCWNus).

Il coordinamento delle associazioni sottolinea che i 300 posti di lavoro paventati erano in realtà dei trasferimenti e che l’industria siderurgica in questione è ad alto impatto ambientale, con una estensione di 400 mila metri quadri per 12 mila mq di filtri, senza garantire un’adeguato filtraggio di diossine, idrocarburi policiclici aromatici e metalli pesanti.

“Queste associazioni non hanno mai sentito un solo ‘NO’ dell’allora prima cittadino Tommaso Esposito – ricorda Alfonso Maria Liguori dell’Osis - Ricordiamo, invece, una visita fatta all’impianto di Casoria della Commissione ambiente presieduta da Carlo Elmo, che non si è mai espressa in merito”.

“Il popolo ha bisogno di verità – continua Liguori – per poter scegliere con trasparenza i nuovi rappresentati della futura classe dirigente acerrana che tengono a cuore le sorti della città, in particolare quelle ambientali”.

Autore/Fonte: Dott. Gennaro Esposito

dirigente medico psichiatra AslNa3 Sud - Uosm Nola
pubblicista, ambientalista
Saviano (NA) via Molino,9 80039
telefax 0815113481 - cell.330873073
genesp@libero.it

Referente ISDE Provincia di Napoli

ASS. MEDICI PER L’AMBIENTE - ISDE www.isde.it
Sosteniamo ISDE Italia con il 5 per mille dell’IRPEF C.F. Associazione Medici per l’Ambiente 92006460510
Delegato

FED. ASSOCAMPANIAFELIX (Giugliano, Acerra, Nola)

http://it.groups.yahoo.com/group/assocampaniafelix/
Presidente CORPO PROVINCIALE GUARDIE AMBIENTALI NAPOLI ’AGRO NOLANO’ onlus - http://www.facebook.com/groups/291657544187717/
http://groups.yahoo.com/group/guardieambientalinolane/

Messaggi

  • In primo luogo si è sempre parlato di 250 posti lavoro da recuperare dall’azienda di Casoria piu 250 nuovi posti di lavoro xke si includono anche gli indotti, è un calcolo semplice da fare basta osservare le acciaierie del nord, secondo nel video vi vedono un sacco di errori: la parte destra è solo deposito di ferro da vendere la parte centrale non sono caldaie ma ventole di raffreddamento quindi al massimo è vapore acqueo, agenti chimici in aria non ci sono xke non c’è fusione ma riscaldamento del ferro, terzo il comignolo emette aria calda estratta dal forno di riscaldo, quarta le tonnellate prodotte "vuless o ciel" non sono 500 mila ma purtroppo se lavoriamo tutto l’anno e non è così sono circa 240ml.
    P.S. ma dico io in un periodo di crisi dove nessuno parla di incremento di lavoro, produttività, movimento di denaro che porta a ricchezza è mai possibile che una sola persona che pensa a questo non deve essere considerata xke inquina ?????? allora è meglio mangiarci l’erba come le capre?

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.