Home > Cronaca > Somma Vesuviana, furti e raid vandalici al Casamale. Il sindaco Allocca: (...)

Somma Vesuviana, furti e raid vandalici al Casamale. Il sindaco Allocca: "Faccio appello al senso civico della cittadinanza"

giovedì 22 marzo 2012


Somma Vesuviana. Un furto nel Centro Ascolto, un raid vandalico contro delle auto in sosta ed un quartiere, quello del Casamale, che ripiomba nella paura. E’ stato un inizio di settimana difficile per gli abitanti dell’Antico Borgo del comune sommese che hanno dovuto registrare due episodi di cronaca che potrebbero essere collegati tra loro. Il primo è stato un furto nei locali del Centro Ascolto del Casamale, messo in piedi dai volontari della neonata Rete per Legalità. Lunedì mattina infatti gli operatori si sono accorti che dall’interno della struttura erano stati portati via un pc portatile, un processore di un computer fisso, un telefono cellulare, un fax, una stampante, dei cavetti per apparecchiature, dei fili elettrici e dei block-notes. A riferirlo Laura Pansini, responsabile del Centro che da due anni lavora in quest’area borderline. <> ha concluso la Pansini. I ladri, stando ai primi rilievi effettuati dai carabinieri della locale stazione che non hanno trovato alcun segno d’infrazione, si sarebbero intrufolati nelle stanze della struttura attraverso il convento dei trinitari e sarebbero usciti da una delle finestre del Centro. Sempre nell’oscurità si sarebbero mossi i vandali che hanno danneggiato quattro auto parcheggiate in via Piccioli nella notte di martedì. Agli autoveicoli i malviventi hanno sfondato i vetri, rotto delle portiere e divelto gli specchietti. Sulle tracce dei criminali ci sono gli uomini dell’Arma guidati da Raimondo Semprevivo che starebbero vagliando le immagini di alcune telecamere di privati che avrebbero ripreso una banda di ragazzini aggirarsi in via Piccioli a tarda serata. “Siamo sconcertati per quanto accaduto”, afferma Ciro Nicchia, presidente del Comitato di quartiere del Casamale, “Oramai i cittadini vivono una condizione di rassegnazione anche se una cosa va detta: un mese fa abbiamo organizzato un’assemblea pubblica a cui hanno partecipato gli amministratori, ma non i residenti del borgo. Se continua l’indifferenza da parte di chi vive nel quartiere a che serve operare per il Casamale? E quale considerazione possiamo avere presso i nostri amministratori?”. Un appello ai cittadini residenti l’ha fatto anche il sindaco Raffaele Allocca: “Premesso che mi attiverò presso gli organi preposti per rafforzare il controllo del territorio, ma voglio fare un appello al senso civico e di responsabilità dei cittadini affinché denuncino o collaborino quando si trovano di fronte ad episodi di violenza”

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.