Home > Cronaca > Striano. Legalità tra i banchi di scuola con le unità cinofile delle Fiamme (...)

Striano. Legalità tra i banchi di scuola con le unità cinofile delle Fiamme Gialle

domenica 25 marzo 2012, di Giovanna Salvati


Striano. Finanzieri nelle scuole con le unità cinofile. E’ ancora una volta la legalità ad andare in scena nell’istituto comprensivo A. D’Avino della cittadina strianese dove anche per quest’anno, una serie di appuntamenti per la settimana della legalità con le forze dell’ordine hanno, attraverso lezioni pratiche e innovative, educato all’importanza del rispetto delle regole. Ieri mattina infatti, "prof" del tutto speciali armati di divisa e tanta disponibilità e professionalità, hanno coinvolto la platea studentesca attraverso simulazioni di controlli antidroga con simpatici amici a quattro zampe. A fare gli onori di casa la dirigente scolastica Biancamaria Di Ruocco "e’ la seconda edizione che per quest’anno ha visto nuovamente i militi impegnati nel sensibilizzare al rispetto delle regole, quelle che ogni giorno inevitabilmente si violano a volte anche inconsapevolmente. Tutto ciò - continua la Di Ruocco - è stato possibile stamane grazie ai finanzieri, ieri attraverso i carabinieri e nei prossimi giorni con gli agenti della municipale, un percorso per vivere e scoprire come vivere legalmente è possibile, ma sopratutto fondamentale". Dopo una prima dimostrazione pratica nel corso della quali le Fiamme Gialle hanno mostrato ai piccoli alunni incuriositi ed entusiasmati, come gli amici a quattro zampe scovano le sostanze stupefacenti, il tenente del Comando Gruppo Torre Annunziata Salvatore Leone ha conquistato i più piccoli fornendo alcune regole pratiche nel tenere lontano il mondo delle droghe "queste lezioni rientrano in un contesto assai più ampio – ha sottolineato il tenente Leone - dove incontrare le scolaresche diventa anche per noi importante e fondamentale, perchè è a questa età che spesso si fanno scelte sbagliate. Questi incontri permettono nel contempo di far conoscere l’operato delle Guardia di Finanza e rafforzare il rapporto di fiducia e collaborazione tra i giovani e le forze dell’ordine”. “Vedere tanti giovani incuriositi e divertiti – ha invece concluso il presidente del consiglio Francesco D’Andrea – rappresenta un successo importante, quello che permetterà a questi ragazzi di riconoscere il pericolo ed evitarlo”. La manifestazione si è conclusa con una raffica di curiosità e domande da parte dell’esercito di studenti, ma soprattutto con un inciso che ha sigillato l’intera kermesse: l’importanza di educare per far si che su quell’asfalto crescano sempre più fiori.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.