Home > Politica > S.Anastasia. Ecco la nuova giunta: sono due le new entry

S.Anastasia. Ecco la nuova giunta: sono due le new entry

mercoledì 28 marzo 2012, di Gabriella Bellini


Il Comune di Sant’Anastasia è rimasto senza giunta poco più di quaranta giorni. Il 14 febbraio il sindaco Carmine Esposito aveva revocato le deleghe ai suoi sei assessori, il 21 marzo poi gli stessi si erano dimessi. Ieri la scelta dei nuovi componenti dell’esecutivo di centrodestra. Di nuovo in realtà c’è ben poco. Sono stati confermati, infatti, Giancarlo Graziani all’Urbanistica, Armando Di Perna al Bilancio e Ciro Castaldo alle Politiche Sociali. New entry Fortuna Palma e Vincenzo Romano, la prima si occuperà essenzialmente dei settori lasciati da Veruska Zucconi e il secondo di Personale e forse anche di Ambiente. Romano, già consigliere comunale eletto nel Nuovo Psi lascerà il posto nell’assemblea cittadina all’assessore uscente Felice Manfellotto primo dei non eletti. Una staffetta che il sindaco voleva tentare anche con la consigliere della lista Arcobaleno Giustina Maione, se avesse accettato di diventare assessore al posto suo sarebbe entrata in Consiglio la Zucconi, ma il cambio non c’è stato.
La comunicazione della nuova giunta è arrivata in via informale lunedì sera nel corso di una breve riunione di maggioranza. Riunione convocata soltanto per ascoltare la decisione del sindaco, nessuno infatti ha avuto da ridire sulla composizione dell’esecutivo. “E’ una prerogativa del primo cittadino sceglierlo”, si commenta negli ambienti politici del centrodestra, “dunque non c’era nulla da obiettare”. Del resto i nomi che poi sono venuti fuori lunedì erano gli stessi che circolavano già da qualche giorno. Unica vera novità quella inerente Fortuna Palma, una preside che per anni ha insegnato fuori regione e ora è al lavoro in una scuola napoletana. Per lei Esposito, che non rilascia dichiarazioni ufficiali sulle nuove nomine, avrebbe detto: “Ho scelto un tecnico di spessore, in grado da gestire il rapporto con i dirigenti scolastici della città”. Restano fuori, dunque, Vito De Lucia Vito De Lucia che si occupava di Sicurezza dei Cittadini , Legalità, Affari Legali, Anagrafe, Patrimonio, Sicurezza Scolastica e Viabilità che insieme alla Polizia Municipale dovrebbero ora restare ad Esposito che ha ancora due posti liberi in giunta da assegnare, e Veruska Zucconi le cui deleghe (Pubblica Istruzione, politiche educative, formazione- cooperazione internazionale e gemellaggi - rapporti con l’università - Attività culturali e biblioteche) andranno appunto alla Palma. Un assessore tecnico, non sponsorizzato da nessun partito. Anche se i due figli della preside hanno già avuto a che fare con Esposito. Vincenzo Abete, campione di nuoto laureato in Economia e Commercio e da tempo trasferito a Milano si era candidato nella lista civica Arcobaleno che ha sostenuto il sindaco alle scorse elezioni amministrative, l’altro figlio Antonio, invece, è un avvocato ed è stato nominato dall’esecutivo Esposito nel Nucleo di gestione del Comune, insieme all’avvocato Angelo Tabellini, già coordinatore cittadino del Pdl.

DA METROPOLIS DEL 28 MARZO

AGGIORNAMENTO

L’AVVOCATO ANTONIO ABETE SI è DIMESSO DAL NUCLEO DI GESTIONE DEL COMUNE DI SANT’ANASTASIA LA SERA PRIMA DELL’ACCETTAZIONE DA PARTE DELLA MAMMA DELL’INCARICO DI ASSESSORE.

Messaggi

  • Una donna competente: una che studia e ha studiato tutta la vita.
    Fortuna ha una personalità forte ed è convinta di quel che sostiene.
    E’ stata un’ottima professoressa, è un’ottima dirigente e sicuramente sarà un ottimo componente dell’organo esecutivo dell’ ente territoriale locale.
    Auguri da Nadia D’Avino

  • Questa cosa dell’assessore tecnico, che ha fatto campagna elettorale per il sindaco, con i due figli candidati nelle liste del sindaco e con incarichi al comune nella gestione, non si capisce se è una freddura del sindaco o una battuta involontaria della giornalista. Piuttosto il sindaco salda il debito di riconoscenza con una vecchia amica. Una cosa è certa, i consiglieri di maggioranza sempre più calpestati ed umiliati. I tentativi di moltiplicare le poltrone per saldare i debiti sono sempre perdenti, primo perché aumentano i debiti del comune, poi perché se passa la logica che ognuno merita una poltrona non si finisce mai e ci sono sempre gli scontenti. Ricordiamo che il sindaco è stato eletto da 5000 persone, sono 5000 bocche da sfamare??? Secondo me questa giunta dura meno della precedente, e proprio perché non serve a niente.

  • l’avvocato ABETE si e’ dimesso perche’ forse c’era da scegliiere o l’una o l’altra sediia ,perche’ con meno di cinquanta voti forse due sedie sono veramente troppe

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.