Home > Politica > Con l’assessore vicesindaco Enzo De Lucia, Nola ‘cantiere aperto’

AMMINISTRAZIONE COMUNALE NOLA

Con l’assessore vicesindaco Enzo De Lucia, Nola ‘cantiere aperto’

Nola capoluogo e le frazioni di Piazzolla e Polvica sono interessate da una serie di Lavori dell’amministrazione comunale del sindaco Geremia Biancardi, con l’attenta regia dell’assessorato ai Lavori Pubblici ed Edilizia Scolastica tenuto da Enzo De Lucia.

lunedì 2 aprile 2012, di Mauro Romano


Come a scuola, già nel primo quadrimestre si tirano le prime somme, si assegnano sufficienze e, nel caso, anche ‘debiti formativi’. Nella pubblica amministrazione non è che le cose vadano in modo così diverso. Solo che a giudicare non sono i professori, bensì la cittadinanza. A Nola, dopo aver mosso i primi passi alla guida di Enzo De Lucia, l’assessorato ai Lavori Pubblici ed Edilizia Scolastica riscontra un clima di fiducia, cauto ottimismo e soddisfazione intorno al suo operato. E questo perché procedono a spron battente opere che sono sotto gli occhi di tutti.

Enzo De Lucia, dal suo insediamento avvenuto il 1° dicembre 2011 per decreto del sindaco dell’Ente Bruniano Geremia Biancardi, ha ‘rispolverato’ tutte le situazioni che, o per un motivo o per un altro, risultavano accantonate. E così, nel campo delle opere pubbliche, come priorità ha inteso provvedere alla Manutenzione delle Strade Cittadine con lavori affidati alla ditta “DAG” di Nola per 40.000 euro. Interventi di ordinaria manutenzione dei quali le strade di Nola centro e frazioni di Piazzolla e Polvica avevano tanto bisogno. Queste opere che lo stesso De Lucia definisce di tamponamento e di prevenzione, certamente non risolvono il problema in modo radicale, ma consentono di correre meno rischi e di avere più risparmio, evitando controversie con automobilisti che ne hanno frequentemente le vetture danneggiate.

Stesso discorso è stato fatto per la pubblica illuminazione il cui Ampliamento dell’intero impianto è da effettuarsi su tutto il Territorio Comunale. Le opere sono state affidate, previo gara di appalto, alla ditta ‘M.D. Group’ di Napoli, per una spesa complessiva di circa 100.000 euro. I lavori comprendono la realizzazione dell’impianto ex novo nelle zone che ne sono sprovviste e l’intensificazione dell’impianto in zone parzialmente illuminate. Inerente il tema, l’assessore vicesindaco comunica che sono stati già approntati gli atti necessari per sostituire l’Impianto di Pubblica Illuminazione anche nel ‘Centro Storico’ di Nola.

Su tutto il territorio comunale, poi, sono state poste cinquanta panchine per agevolare la sosta dei cittadini che intendano fermarsi e rilassarsi specialmente nella bella stagione. Una iniziativa molto apprezzata che, in caso di ulteriore bisogno, potrebbe avere anche un seguito.

Degli importanti lavori relativi al ‘Centro Storico’ di Nola citiamo il provvidenziale ‘restauro’ della zona situata alle spalle del Tribunale della città dei Gigli, dove sono in fase di ultimazione i lavori di ammodernamento e ristrutturazione per il ripristino dell’area denominata ‘Travaglia’. Ad avere i meriti principali di questa pregevole iniziativa, la cui inaugurazione è prevista per il prossimo 5 aprile, il sindaco Geremia Biancardi e l’Assessore ai Lavori Pubblici, il vicesindaco Enzo De Lucia, i quali si sono avvalsi della preziosa professionalità del consigliere comunale, arch. Pasquale Petillo e del dirigente dell’U.T.C., settore Lavori Pubblici, arch. Giovanni De Sena, i quali hanno operato in perfetta sintonia al fine di non lasciare niente di intentato per rendere le opere di assoluto valore insieme ai tecnici incaricati della progettazione, l’arch. Felice Meo e l’arch. Filomena Russo Del Prete.

La proposta progettuale è stata rivolta alla riqualificazione di uno spazio di collegamento per la città, attraverso il ridisegno e la ridefinizione di tre aree funzionali e cioè, Area di ingresso, su Piazza Giordano Bruno e su Via Santa Chiara; Area di sosta e aggregazione; Area parcheggi, tutte collegate al contesto urbano preesistente attraverso un asse albero-pedonale e un asse carrabile. In tal modo l’assetto dello spazio risulterà notevolmente modificato diventando un nuovo punto di attrazione e di snodo per la città e offrendo agli utenti la possibilità di passaggio o di sosta all’interno dello stesso. Funzionale ai fini del progetto sono risultate la lettura della tradizione costruttiva locale e l’analisi del contesto urbano che hanno suggerito la scelta di materiali tipici del luogo, come la pietra lavica bocciardata per la pavimentazione carrabile, la pietra di ‘Apricena’ per la pavimentazione pedonale e il tufo per il basamento-fioriera.

Dapprima l’area era attribuita al ‘Palazzo di Giustizia’ che la deteneva per motivi di sicurezza per le aule che si affacciano sulla ‘Travaglia’. L’intervento infatti non a caso prevede proprio a ridosso del Tribunale la zona pedonale come a creare una sorta di “barriera” attuata però con alberi e spazi a verde. La superficie destinata a progetto è collocata in un’area di particolare interesse storico e artistico per la città, è, infine, da considerarsi uno spazio-filtro tra Via Santa Chiara e Piazza Giordano Bruno, delimitato a EST dallo storico e pregevole Palazzo degli Orsini, sede del Tribunale di Nola.

*********************************************
Rotatorie, scelta dell’amministrazione per snellire il traffico.
Va rafforzandosi sempre più la scelta di voler snellire il traffico cittadino con la realizzazione di numerose “rotatorie” nei punti cruciali delle intersezioni delle strade dell’intero territorio.

Esempio pratico per assicurare alla circolazione auto veicolare maggiore sicurezza e scorrevolezza, sono le realizzazioni dei ‘rondo’ sulla statale ‘7 Bis’ ad incrocio con via San Massimo, nei pressi della stazione della Polizia Stradale ed un’altro ancora all’intersezione di via Nola/San Gennaro con via Vittorio Veneto, e precisamente località ‘Pollasti’, crocevia nevralgico di congiunzione tra il capoluogo e la popolosa frazione di Piazzolla, da dove è stato rimosso il semaforo esistente, il più delle volte mal funzionante, che arrecava all’amministrazione enormi spese per i ripetuti interventi, senza ottenerne risultati soddisfacenti e non assicurando, altresì, la fluidità del traffico con enorme difficoltà sia degli automobilisti che di coloro che sono preposti alla tutela dell’ordine pubblico.

L’incrocio di via San Massimo rappresenta la più importante ‘entrata’ della città, poiché a poche centinaia di metri si trova l’autostrada del sole e la superstrada Nola/Villa Literno. La ‘7 bis’, poi, è notoriamente un punto nevralgico per il traffico per la presenza della sede INPS e della stazione della Guardia di Finanza, nonché dell’ubicazione di grosse attività commerciali. Questi lavori eviteranno ingorghi e permetteranno agli automobilisti di evitare lunghe attese.

Stesso discorso vale per un altro punto nevralgico nella frazione di Polvica. Ci riferiamo alla già effettuata simulazione per allestire un’altra rotatoria all’incrocio nei pressi dell’istituto scolastico in loco, dove il traffico si intensifica non solo per il normale transito di autovetture, ma anche per il passaggio pressoché ininterrotto dei mezzi pesanti dediti al trasporto del materiale estrattivo delle cave poste a monte del centro abitato. E non solo, poiché c’è da constatare il via vai che rende la situazione estremamente difficile negli orari di entrata ed uscita dell’utenza scolastica quando numerosi genitori, non servendosi del servizio pubblico degli autobus, intendono accompagnare ed andare a riprendere i propri figli con le loro auto. La cosa migliora per il costante servizio degli agenti di ‘Polizia Locale’ in servizio presso la sezione comunale distaccata di Polvica.

*******************************************
Piazzolla e Polvica protagoniste di piccoli e grandi interventi.
Come si evince, quindi, l’assessore Enzo De Lucia ha preso in mano con decisione le direttive delle opere attinenti la delega ai Lavori Pubblici ed Edilizia Scolastica, conferitagli dal sindaco Geremia Biancardi. L’incessante impegno relativo alla sua carica istituzionale, è supportato, oltre che dal dirigente al ramo, l’arch. Giovanni De Sena, anche da validi ed attivissimi collaboratori quali il consigliere comunale ex assessore, l’arch. Pasquale Petillo e dal dipendente geom. Bernardo Arienzo, i quali, con la stessa scrupolosità del loro punto di riferimento, mettono al servizio dell’Ente bruniano la propria professionalità in modo esaustivo. Enzo De Lucia ci tiene a ringraziarli pubblicamente insieme al sindaco Geremia Biancardi, nella consapevolezza che il loro prezioso contributo operativo, consentirà ancora il raggiungimento degli obiettivi delle iniziative in corso e di quelle prossime a farsi.

Ed è così che a Polvica si stanno accelerando i tempi per la realizzazione dei ‘riduttori di velocità’ previsti sia in via Polvica che in via Marigliano, le principali arterie viarie della frazione dove, automobilisti indisciplinati, raggiungono spesso velocità al di sopra dei limiti consentiti. Le operazioni preliminari per la realizzazione di dossi sono state affidate al tecnico incaricato, il geom. Paolino Napolitano ed alla Polizia Locale, a ciascuno secondo le proprie competenze. Nella stessa frazione, poi, è già stata ultimata la realizzazione della Rete Idrica e Fognaria in via San Domenico, per una spesa complessiva di 35.000 euro. I lavori affidati alla ditta ‘Mauro Costruzioni’ di Nola, erano da considerarsi irrimandabili, poiché la rete idrica esistente risultava fatiscente ed insufficiente nella strada - abitata in entrambi i lati - da circa una cinquantina di famiglie, spesso a secco d’acqua. Per il miglioramento strutturale, poi, nella stessa strada è stata realizzata la rete Fognaria per un tratto complessivo di circa 300 metri, per ottimizzarne la scorrevolezza delle acque piovane. E intanto sono ancora ‘calde’ le opere di installazione di diverse panchine distribuite su tutto il territorio di Polvica, di dieci tabelloni per evitare le affissioni selvagge e di due pensiline in punti nevralgici per consentire alla cittadinanza l’attesa pullman senza incorrere in rischi e pericoli.

A Piazzolla, invece, riscontriamo l’ultimazione dei lavori di sistemazione dello spazio antistante la Cappella a devozione di Maria Immacolata e di San Giuseppe edificata nel 18° secolo dalla famiglia Corsi - dalla quale prende il nome la località piazzollese - oggi custodita e gestita in modo del tutto volontario dai nuclei familiari che la circondano e la tengono in perfette condizioni. I lavori effettuati su un’area di circa 200 metri quadri, sono serviti a dare al luogo di culto un’immagine più consona alla struttura dove vari fedeli della zona si recano per la Santa Messa, officiata dal parroco della Parrocchia Maria SS. Del Rosario di ‘Cinquevie’, Don Umberto Sorrentino, ogni domenica alle ore 18 o 19 a secondo dell’ora legale o solare.

La popolosa frazione vede attualmente in corso i lavori di sistemazione e messa in sicurezza di Via Cosenza, da anni caldeggiata dall’attuale consigliere comunale dell’MPA, Raffaele Mauro, ‘scavata’ dall’ex assessore ai Lavori Pubblici Antonio De Luca e finalmente messa in pratica dall’assessore Enzo De Lucia, col beneplacito del sindaco Geremia Biancardi, in questa zona periferica – ma non tanto – dove lo sviluppo edilizio negli ultimi tempi ha avuto una crescita da non sottovalutare. L’ammodernamento di via Cosenza, rappresenta per gli abitanti del luogo un significativo rinnovamento da definirsi importante conquista per una comunità avara di interventi strutturali.

A Piazzolla, la settimana prossima inizieranno i lavori per l’Ampliamento del Ponte di via Vesuvio a cura della ditta D’Alia Donato di Nola che eseguirà l’opera per una spesa di 50.000 euro. L’intervento assume carattere di estrema urgenza, poiché, a parte la difficoltà nel transitarlo per il suo stato obsoleto, il suo ‘ingombro’ favorisce l’allagamento continuo delle numerose abitazioni della masseria denominata ‘Tossici’, in caso di pioggia.

A tale sorte non è sfuggita la Chiesetta in loco! Il ponte, dalla lunghezza di circa 10 metri, sarà ampliato in larghezza da 3 a 6,60 metri con idonei lavori di riqualificazione dello spazio circostante, comprensivo di ‘griglie’ per raccolta acque. Della celerità degli interventi il vicesindaco Enzo De Lucia intende ringraziare il sindaco Geremia Biancardi che ha caldeggiato da subito l’iniziativa e il dirigente del settore Lavori Pubblici, l’arch. Giovanni De Sena, che ha perfezionato la pratica con la sua proverbiale professionalità.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.