Home > Sport > Giovani: Ieri, oggi e ... chissà ...

RUGBY e ATTIVITA’ SPORTIVE IN GENERE

Giovani: Ieri, oggi e ... chissà ...

Quella che segue è una ‘riflessione’ del coach Luigi Rea avvenuta dopo la visita medico/sportiva della compagine di Rugby dei ragazzi della scuola “Bruno/Fiore” di Nola.

martedì 3 aprile 2012, di Mauro Romano


“Ragazzi, ieri guardandovi attentamente mentre eseguivate il test di idoneità, mi sono ulteriormente reso conto di quanto siete scoordinati e, fatta qualche eccezione, di quanto siete poco performanti.

Siete dei ragazzi bravi ad usare il computer anche più di noi adulti … ma non avete quelle capacità motorie e coordinative che avevamo noi alla vostra età.

La nostra palestra era la strada, i nostri campi di calcio erano in strada, il nostro luogo di incontro e scontro era la strada.

Pagate il prezzo di una modernità che vi rinchiude sempre di più in una stanza con giochi e incontri virtuali.

Dovremmo invertire questa tendenza e riscoprire le cose belle delle nostre tradizioni ludiche, prima che se ne perdano la memoria.

Fatevi dire dai vostri genitori, dai vostri nonni, quali erano i giochi che facevano alla vostra ètà, quando non lavoravano.

Si, perché a quel tempo anche i bambini aiutavano la famiglia nei lavori più semplici.

Imparateli e provate! Sono cose semplici che vi faranno tornare a casa sporchi, stanchi, con le ginocchia sbucciate ed i pantaloni scuciti, ma avrete fatto palestra a costo zero e un pieno di vitalità.!

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.