Home > Attualità > Comunicati Stampa > Iannelli porta a Brescia la maschera di Pulcinella

"MERAVIGLIE DELL’ANIMA" - EDIZIONI ALBATROS

Iannelli porta a Brescia la maschera di Pulcinella

Nella mattinata, presso la Biblioteca Comunale del comune di Gardone, verrà presentato il libro “Meraviglie dell’Anima” del poeta Angelo Iannelli edito da Albatros Edizioni, quarta tappa dell’itinerario nazionale dopo Napoli/Maschio Angioino, Salone Internazionale del Libro di Torino e Villa Fondi di Piano di Sorrento.

giovedì 12 aprile 2012, di Comunicato Stampa


L’artista, dal profondo legame con la sua terra, porta in viaggio la maschera partenopea per farla incontrare con la cultura lombarda.

Dopo il grande successo delle ultime manifestazioni di Piazza del Plebiscito e della Galleria Principe di Napoli, che lo hanno visto encomiabile ed infaticabile direttore artistico, l’attore Angelo Iannelli si fa ora artefice di uno scambio culturale promosso con il Comune di Gardone Val Trompia, in provincia di Brescia.

L’idea nasce dalla profonda conoscenza di Iannelli della tradizione popolare napoletana, fortemente legata alla maschera di Pulcinella, e si propone di mescolare l’idea artistica del Sud con quella del Nord, in un processo osmotico di influenza che, oltre ad arricchire gli stessi artefici del progetto e le rispettive comunità, vuole dimostrare, in controtendenza con quanto negli ultimi anni si è voluto far credere, che culture opposte per credo e tradizione possono non solo convivere, ma anzi arricchirsi dell’esperienza altrui, fortificando quella situazione di unione nella diversità in linea con quella che è sempre stata la storia evolutiva della nazione italiana.

Il progetto prende forma all’interno della tipica manifestazione “Fiori, Colori e Sapori”, organizzata nella cittadina lombarda dal Comitato “Acqualunga” Centro Storico con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura di Gardone Val Trompia.

La kermesse, incentrata sulla esaltazione di prodotti floreali e culinari tipici del posto, apre quest’anno alla cultura partenopea, rappresentata dal gruppo guidato da Iannelli e del quale faranno parte anche l’attrice Lucia Oreto, il poeta e scrittore Gianni Ianuale e il musicista Gino Accardo. I giorni interessati dall’incontro saranno il 14 e 15 aprile.

La prima serata, interamente dedicata alla cultura napoletana, vedrà la celebrazione dei prodotti tipici e, a seguire, una performance teatrale del duo Iannelli-Oreto, che presenteranno agli intervenuti, tra i quali la comunità partenopea residente a Brescia e dintorni, gli storici duetti tra le maschere di Pulcinella e Colombina con l’accompagnamento delle melodie classiche della canzone napoletana proposte dal maestro Gino Accardo. La giornata del 15 aprile vedrà l’inizio della manifestazione vera e propria.

Nella mattinata, presso la Biblioteca Comunale del comune di Gardone, verrà presentato il libro “Meraviglie dell’Anima” del poeta Angelo Iannelli edito da Albatros Edizioni. Questa sarà la quarta tappa dell’itinerario nazionale dopo le presentazioni avvenute nelle città di Napoli presso la Sala della Loggia del Maschio Angioino, al Salone Internazionale del Libro di Torino e nella magnifica cornice di Villa Fondi di Piano di Sorrento.

Interverranno il sindaco Michele Gussago, il direttore della biblioteca Claudio Comini e l’assessore alla cultura William Fantini.

L’occasione sarà propizia per omaggiare la poetessa bresciana Caterina Grasso Bignotti, attraverso il ricordo della figlia Mariangela. Nel pomeriggio il programma proseguirà con un percorso itinerante tra le vie principali del comune lombardo, con delle tappe dove gli artisti napoletani nelle vesti di Pulcinella e Colombina proporranno ai presenti un vero e proprio teatro di strada, con gli sketch che hanno fatto grande il teatro napoletano.

Per ampliare ancora di più l’offerta culturale, il comune di Gardone terrà aperto in questi giorni anche il Museo delle Armi e della Tradizione Armiera. «Sono davvero entusiasta di questo progetto» afferma Angelo Iannelli «anche perché essere invitato a Gardone in occasione della loro sagra principale mi riempie di orgoglio. Esportare Napoli e quello che ho dentro mi fa sentire parte viva di una cultura millenaria.

Mi auguro che possa ripetersi a parti invertite lo stesso scambio, magari in occasione della Festa dei Gigli, appuntamento importantissimo del mio comune natio».

Teresa Anna Iannelli

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.