Home > Politica > Ottaviano. Da direttore sanitario del San Gennaro al poliambulatorio di (...)

Ottaviano. Da direttore sanitario del San Gennaro al poliambulatorio di corso Emanuele. Trasferimento immediato tra polemiche e perplessità per il tricolore cittadino

giovedì 12 aprile 2012, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Declino professionale per il tricolore cittadino Mario Iervolino che, rimosso come direttore sanitario del San Gennaro, continua a rimanere al palo dopo la decisione insindacabile del Commissario dell’Asl Na1.Difatti il Generale Maurizio Scoppa ha inviato allo stesso Iervolino, un ordine di immediato trasferimento dalla struttura ospedaliera San Gennaro a quella polifunzionale di corso Vittorio Emanuele. A nulla è valsa la discesa in campo della compagna di partito Angela Cortese, che in uno alle sigle sindacali allertate dallo stesso Iervolino ad horas, ha cercato di riportare il tutto allo “status ante quo”.Una decisione giunta senza dubbio dopo che, l’arrivo delle telecamere di Striscia la Notizia, avevano sottolineato i disservizi del nosocomio partenopeo, mettendo cosi le gravi carenze presenti all’intero presidio.Tra queste non ultima il costante fuori servizio degli ascensori. Su otto ben sei erano non funzionanti e quei due agibili venivano ripresi usati dai medici, pazienti, cuochi, trasporto di medicinale e persino quello dei rifiuti. Insomma un vero e proprio scandalo.L’intera vicenda, ha innescato la miccia che ha portato l’efficiente commissario sanitario Scoppa all’immediata richiesta di una relazione tecnica sullo stato dei luoghi; relazione ritenuta dallo stesso carente per i tempi e nei modi tanto che ha derminato l’immediato trasferimento dello stesso direttore sanitario. Nello specifico sono stati ben sette i punti evidenziati nello scritto: dai famosi ascensori, alla carenza di personale medico, nell’unità operativa di neonatologia, ostetricia e ginecologia. A tutto questo l’esiguo numero del personale di comparto, il blocco operatorio insufficiente, i problemi per la sterilizzazione, che vede il materiale chirurgico sterilizzato all’esterno, con dispendio di personale e mezzi. E ancora il problema dei contenitori per i rifiuti speciali tra ritardi di consegna e disservizi per il ritiro sino alle condizioni carenti dei locali.In calce la firma dell’ex direttore sanitario Iervolino, ripagata dopo nemmeno qualche settimana dalla risposta fulminea di Scoppa che lo ha cosi destinato al presidio sanitario polifunzionale in corso Vittorio Emanuele. Di qui la rete di solidarietà partita da più sigle sindacali sino alla collega di casacca politica, la consigliera Angela Cortese che ha cosi spiegato "La rimozione del direttore sanitario del San Gennaro, Mario Iervolino, che pur essendo da otto anni sindaco di Ottaviano ha sempre svolto con impegno e coscienza il proprio compito, è un atto gravissimo, che compromette seriamente il presente e il futuro di un presidio strategico come il San Gennaro, fondamentale per i cittadini di un quartiere già sofferente come la Sanità e per l’intera città".Ma all’attacco della Cortese arriva quello di Scoppa che in modo repentino ribatte “Qualcuno dimentica che l’incarico politico istituzionale ricoperto dal dottore Mario Iervolino non gli consente una costante presenza presso il presidio ospedaliero San Gennaro, una struttura che invece evidenzia particolari criticità che richiedono un’assidua presenza del direttore sanitario”. Nel frattempo la notizia ha suscitato non poco clamore in paese.Indiscrezioni provenienti anche dalla stessa maggioranza amministrativa, annunciano l’inizio di un “tramonto politico professionale” dello stesso Iervolino. (Metropolis 11 Aprile 2012)

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.