Home > Cronaca > Ottaviano. Sequestro di "bionde" in manette un ucraino

Ottaviano. Sequestro di "bionde" in manette un ucraino

martedì 17 aprile 2012, di Giovanna Salvati


Ottaviano. Provenivano dal territorio ucraino e pronte per essere immesse sul mercato, ma l’eccellente operazione delle Fiamme Gialle ottavianesi ha smantellato il nuovo traffico delle “bionde”. Ebbene sono ancora una volta gli uomini della Compagnia di Ottaviano del Gruppo di Torre Annunziata, coordinati dal Capitano Maurizio Martone a mettere a segno un operazione che nella giornata di ieri ha portato al sequestro di oltre 12 kg di tabacchi di contrabbando. L’operazione si colloca all’interno di un circuito di attività di controllo del territorio finalizzata alla repressione dei traffici illeciti, predisposta peraltro dal Colonnello Fabrizio Giaccone su tutto il territorio e si è conclusa con il blitz avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri quando gli uomini della Guardia di Finanza hanno effettuato il controllo in una abitazione del comune di Ottaviano. Qui il bottino: oltre 12 kg di tabacchi lavorati esteri introdotti in contrabbando nel territorio nazionale provenienti dall’Ucraina. L’operazione era partita già diversi mesi fa, quando le Fiamme Gialle, avevano avviato un monitoraggio presso le stazioni delle circumvesuviana dell’area vesuviana. Di qui avevano notato un cittadino ucraino che munito di un trolley, con cadenza settimanale, percorreva la tratta Napoli Ottaviano della citata linea ferroviaria. Il fare sospetto del viaggiatore, l’utilizzo di una voluminosa valigia per un così breve spostamento, aveva insospettito i militari operanti che senza farsi notare, hanno dato l’avvio ad un lungo pedinamento volto all’individuazione del luogo di destinazione del soggetto. L’individuazione del domicilio e le successive attività di perquisizione del bagaglio e dell’abitazione nella quale ieri sono partiti i controlli. L’uomo, un ucraino 36enne, e già con precedenti penali della stessa natura, è risultato essere clandestino, in quanto privo del permesso di soggiorno e tratto in arresto in flagranza di reato. Un operazione che mette in ginocchio l’attività illecita di contrabbando di sigarette tanto antica ma che continua a persistere soprattutto in territori dell’entroterra vesuviano.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.