Home > Cultura > Napoli, in mostra un’ Alice Attònita, l’ultima creatura dell’artista Loredana (...)

Napoli, in mostra un’ Alice Attònita, l’ultima creatura dell’artista Loredana Salzano

mercoledì 25 aprile 2012, di La redazione


Napoli. "Alice Attònita, l’unica alice primordiale... con problematiche contemporanee".
S’intitola così la personale tematica polimaterica che Loredana Salzano esporrà dal 27 al 1° maggio al Piccolo FARO di Via Crispi a Napoli. L’ evento rientra nell’ambito della rassegna "Pesce di fine aprile... per non perdersi in un bicchiere d’acqua".
L’artista nocerina, che da una decina d’anni ha scelto Lipari (isole Eolie) come sua residenza si presenta in grandissima forma nella cittadina partenopea.
Si definisce metà artista/metà designer, preferendo in assoluto la definizione di “creativa a 360 gradi”.
Dalle tele "impegnate" (e sicuramente impegnative...) passa con nonchalance e con lo stesso entusiasmo/impegno alla produzione - come designer - di pezzi molto divertenti ed originali in ceramica o con i materiali di recupero più diversi, perlopiù di provenienza marina.

Alice Attònita è una sua “creatura”, che incarna appieno il mood di una umanità attònita , il personaggio\messaggio attraverso il quale Loredana Salzano esprime ,con toni ironico-cromatici e vulcanico-poetici, la dicotomia dell’uomo di oggi : da un lato l’immane tentativo di stare al passo con una contemporaneità troppo piena di esigenze (il più delle volte non reali) ; dall’altro il bisogno sempre più urgente di far ritorno ad una lentezza, ad una "essenza primordiale" per riscoprire quello che in fondo siamo "esseri viventi meravigliosamente semplici ".

Alice ,alias Loredana Salzano, raschia "il troppo che affligge e corazza”: rende utile l’apparentemente inutile e lo rivive in nuovi canoni di raffigurazione. Non esistono limiti alla sua fantasia, alla sua creatività, perché tutto è utile e “libera-mente” collocabile in nuove armonie. È straordinario come ogni oggetto/colore/soggetto/materiale trovi la sua giusta essenza, sulle sue tele e sui pezzi di barca recuperati. La sorprendente forza e la vivacità dei colori, la matericità del tangibile, la prorompenza della vita che non vuole sottostare alle regole dell’uomo… ma a quelle della natura e dei suoi elementi.

Sponsor del vernissage presenze altrettanto vulcaniche. CAP’ALICE "È’NOsteriAtipicaNapoletana" (Via Bausan) eTasca d’Almerita: Campania e Sicilia sorelle da sempre, in un connubio fortemente desiderato per l’autenticità e l’amore con cui portano avanti i valori e la cultura del proprio territorio. La professionalità e la competenza dell’osteriaAtipicanapoletana, di Mario Lombardi, Michele Palermo e dello chef Mario Loina, (allievo del grande maestro Antonio Tubelli e della scuola del Gambero Rosso), per i sapori del territorio campano. Il profumo della tradizione secolare, la ricerca, la capacità di organizzarsi in azienda di un gruppo di uomini che inventa, produce e diffonde nel mondo le cose della terra, per la concretezza, la coerenza ed i vini made in Sicily di Tasca D’Almerita.
L’esposizione, che aprirà con il vernissage il 27 aprile (ore 19/23) e terminerà il 1° maggio, non poteva che essere realizzata in uno spazio altrettanto vulcanico quello di Piccolo FARO che ospita in un negozio trasformista il design, la creatività, l’arte e l’estro delle produttività campane, del sud in particolare – dell’Italia in generale. Complici di questo spazio che cambia ogni mese il suo arredamento adattando il negozio intorno all’evento presentato, un art director di grande sensibilità ed un poeta del design, Roberto Monte. Con lui la titolare del negozio, lo staff ed i supporter che negli ultimi mesi stanno affiancandosi per portare avanti questo meraviglioso progetto.
E allora..“Tutti ATTòNITI e felici, come certe Alici!” – Loredana Salzano DOCET!
aliceattonita.blogspot.it -

www.loredanasalzano.com -

www.piccolofaro.it

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.