Home > Attualità > S.Anastasia. Accuse del Pd per i lavori di via Alighieri e i “favoritismi” a (...)

S.Anastasia. Accuse del Pd per i lavori di via Alighieri e i “favoritismi” a via Casamiranda

sabato 28 aprile 2012, di Gabriella Bellini


Sant’Anastasia divisa in due: da una parte le strade del centro dall’altra quelle della periferia, e per ognuna attenzioni diverse da parte dell’amministrazione comunale. A sostenerlo è il consigliere del Pd, Franco Casagrande, che spiega così le sue considerazioni: “Mentre per interventi in un’altra zona del paese l’Amministrazione Esposito ha stanziato 35 mila euro per ristrutturare l’intera zona con fioriere, cubetti di porfido,asfalto nuovo, alberi e arredi urbani, in via Dante Alighieri sono stati fatti quattro rappezzi in asfalto. Eppure è una delle strade più tristemente famose, chiusa per mesi e tornata alla ribalta della cronaca grazie ai miei numerosi interventi ed interrogazioni consiliari”. Riparazioni, quelle effettuate nel quartiere dei Romani, dove si trova la strada in questione, che sono durate poco. “Qualche consigliere di maggioranza e alcuni dirigenti di partito”, aggiunge Casagrande, “in questi giorni si sono affannati dicendo che i lavori di riparazione sarebbero stati fatti dalla Gori, ma in questo caso come è accaduto altre volte abbiamo visto soltanto un metro cubo di asfalto”.
Il riferimento è alla Destra, il cui esponente in consiglio comunale Mario Gifuni, si è sempre prodigato per la sistemazione di via Alighieri. Ma l’intento dell’esponente del Pd è attirare l’attenzione del sindaco, Carmine Esposito su alcuni problemi della città. “Sindaco visto che non è facile parlare con lei”, aggiunge Casagrande, “le voglio ricordare che Sant’Anastasia non finisce nei pressi del ponte della Circumvesuviana, ma continua anche a Madonna Dell’Arco, via Romani e in altre zone periferiche, dove lei ha racimolato molti voti, e anche se queste zone sono rappresentate da qualche consigliere di minoranza sarebbe opportuno mantenere lo stesso interesse mostrato per altre parti della città”. Una “guerra fra poveri” quella che coinvolge le due strade. Via Casamiranda necessitava di interventi di restyling, e l’Amministrazione ha cominciato i lavori a febbraio con un progetto redatto dall’ufficio tecnico comunale. Lavori che sarebbero dovuti essere ultimati in 30 giorni, ma che finiranno probabilmente questa settimana. “Si tratta di una dei quartieri più antichi della città”, chiarisce il consigliere Mario Gifuni, “Qui ci sono alcuni palazzi storici e la gente veniva a villeggiare nei secoli scorsi, ha una storia che meritava di non essere dimenticata. Il minimo era fornirgli un arredo urbano e un nuovo manto stradale. Pure se qualcuno potrà dire che ho fatto realizzare l’opera io abito in un altro quartiere. La riqualificazione di via Casamiranda era più che necessaria, qui gli abitanti vivevano abbandonati come fossero dei talebani nelle zone più arcaiche dell’Afghanistan. Ormai è tutto pronto, manca soltanto il collaudo che avverrà a giorni ed il cantiere sarà chiuso e restituito agli anastasiani”.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.