Home > Politica > Guadagno ritenta la vittoria “Noi l’alternativa a Ricci”

Intervista al candidato proposto dal centrosinistra a Volla

Guadagno ritenta la vittoria “Noi l’alternativa a Ricci”

mercoledì 2 maggio 2012, di Gennaro Addato


La coalizione di centrosinistra punta tutto su Angelo Guadagno, 48 anni, medico e dirigente dell’ASL di Avellino. Vollese di nascita, Guadagno non è certo un volto nuovo della politica locale: primo eletto nel 2000 e consigliere comunale fino al 2004, candidato sindaco alle scorse amministrative, fu sconfitto da Salvatore Ricci per poi essere investito della carica di capogruppo della Margherita e, successivamente, del Partito Democratico.
Così spiega il motivo della ricandidatura a sindaco: “Nel 2007, nonostante il vento non soffiasse dalla nostra parte, ottenni buoni risultati acquisendo anche più voti della coalizione che mi sosteneva. Il mio è l’unico partito che in questi anni ha fatto opposizione, responsabile ma sempre decisa, e per questo si è potuto porre come guida esprimendo il candidato che riteneva più autorevole”.
Un programma vasto, ma che Guadagno sintetizza con queste parole: “Il punto principale è sicuramente la riorganizzazione della macchina comunale, fondamentale per lavorare per l’interesse generale. Porteremo maggiore trasparenza e legalità negli atti amministrativi. Pensiamo inoltre alla valorizzazione del patrimonio immobiliare: bisognerebbe mettere alcuni beni sul mercato per risanare i debiti accumulati in questi anni di politica economica allegra. Un altro punto a cui teniamo particolarmente è la partecipazione della cittadinanza: vogliamo dare una risposta all’antipolitica istituendo delle consulte che coinvolgano giovani, anziani, operatori commerciali, mondo imprenditoriale. La politica è una cosa bella se viene fatta in modo sano”.
Non crede che il fiorire di liste civiche sia in gran parte figlio dei vecchi errori commessi dai partiti? “Certamente. Solo uno stupido non fa autocritica. Noi, che non siamo stupidi né arroganti, facciamo tesoro delle esperienze passate e per questo abbiamo inserito nel nostro programma meccanismi che incentiveranno la partecipazione democratica alla vita della città”.
Anche sul PUC, argomento caldo di questa campagna elettorale, l’idea è precisa: “Se diventerò sindaco sarà il primo argomento che affronterò per riequilibrarlo in favore della sana imprenditoria, dello sviluppo sostenibile, della creazione di infrastrutture per la realtà vollese, della cura delle aree verdi ma anche tutelando i piccoli proprietari terrieri. Vogliamo approvare un PUC a dimensione della città di Volla, non uno che ci faccia costruire solo case. Ad ogni modo – rileva Guadagno - è un argomento molto delicato che non andava strumentalizzato in campagna elettorale e che la Provincia avrebbe potuto rimandare a dopo le elezioni”.
Il 6 e il 7 maggio gli elettori sono chiamati a scegliere tra ben sei candidati a sindaco. Una scelta veramente ampia, perché un cittadino di Volla dovrebbe votare Angelo Guadagno? “Io chiedo di votarmi per la mia storia, la mia coerenza politica e le battaglie che ho fatto in questi anni – afferma – Noi non siamo come quelle forze politiche che oggi fanno opposizione, ma che prima hanno portato Salvatore Ricci a governare questa città. Noi siamo la vera alternativa al centrodestra. Soprattutto, noi abbiamo avuto il coraggio di essere liberi, uno slogan che sottolinea il nostro attaccamento a questa terra. Non si può governare una realtà così complessa se non si è liberi da qualsiasi condizionamento e noi non abbiamo interessi particolari se non quello di far rinascere Volla e farla ritornare alla normalità”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.