Home > Politica > S.Anastasia. “Alleanza Psi-sindaco, sarà letale o venale?”

S.Anastasia. “Alleanza Psi-sindaco, sarà letale o venale?”

venerdì 4 maggio 2012, di Gabriella Bellini


Un’attrazione letale o venale? A chiederselo il Pd di Sant’Anastasia, novelli alleati due socialisti o quello che ne resta: il sindaco Carmine Esposito e il nuovo coordinatore del Psi (anche se parte della sezione lo disconosce) Carmine Capuano. In un’ultima assemblea pubblica Capuano ha dichiarato di voler garantire il sostegno all’attuale amministrazione comunale di centrodestra in difficoltà dopo che il Pdl ha deciso di abbandonare la maggioranza lasciando il sindaco senza i numeri per approvare il bilancio. A “rimediare” è giunto, appunto, Capuano. Una posizione che il Pd legge così: “Si tratta di una linea assolutamente non condivisibile e che ci lascia alquanto perplessi, dal momento che nella conferenza stampa tenuta lo scorso 12 aprile dai consiglieri di minoranza, lo stesso Capuano aveva proposto, in maniera del tutto legittima, un governo di salute pubblica per risollevare le sorti del nostro paese, dopo che l’uscita ufficiale del Pdl dalla maggioranza ha di fatto messo in minoranza la giunta Esposito. La proposta di quest’ultimo è stata bocciata sia dagli altri consiglieri comunali di opposizione che dallo stesso primo cittadino. Perché allora ci si ostina a voler avere un rapporto biunivoco con questa amministrazione?”. Per i dirigenti della locale sezione l’unica soluzione possibile è il ritorno alle urbe. “Perché dopo due anni di vuoto totale non si ridà la parola agli elettori?”, aggiungono in una nota, “Cosa penseranno i residuali consiglieri comunali dell’ex maggioranza, di questa spuria alleanza nata al di fuori e contro il deliberato delle urne? Strana ed incomprensibile risulterà essere, in particolare, la posizione del partito “La Destra”, qualora dovesse continuare a governare il paese, seppur per mero calcolo politico, insieme ai craxiani (sindaco Esposito), al Nuovo PSI (assessore Vincenzo Romano) ed al Partito Socialista di Capuano. Davvero questo ribaltone sarà utile per risollevare le sorti del paese?. Non riteniamo più funzionali ai progetti del centrosinistra, i gruppi politici che appoggiano, con qualsiasi titolo o formula, l’ormai minoritario sindaco Carmine Esposito”. Una risposta i vertici del partito di Capuano l’hanno fornita, anche loro con una nota ufficiale che ripercorre gli ultimi 15 anni di governo locale. “La storia dei Socialisti anastasiani è una storia di responsabilità ed equilibrio, a favore della governabilità e lontana dalle polemiche”, spiegano, “Non abbiamo mai attaccato qualcuno su un piano personale ed abbiamo sempre agito con il solo fine di realizzare i nostri programmi nel modo in cui erano stati pubblicamente discussi e proposti. E così continueremo a fare”. Così a ricordare l’impegno con Mario Romano, poi le due giunte guidate da Enzo Iervolino e infine l’amministrazione guidata dal Pdl e finita prematuramente in poco più di due anni, “Molto sofferta è stata la consiliatura di Carmine Pone, sindaco eletto senza maggioranza in consiglio comunale”, aggiungono i socialisti, “E tuttavia poiché la nostra idea, oggi come allora, è che un sindaco eletto deve essere messo in condizione di governare, ancora una volta, con senso di responsabilità, i consiglieri socialisti proposero un governo che tenesse unite le varie parti politiche rappresentate in consiglio comunale, ipotesi a cui tutti si opposero. Per lo stesso motivo, non aderimmo all’iniziativa di firmare tutti insieme, gli undici consiglieri di maggioranza, la sfiducia a Pone. L’amministrazione Pone si è poi conclusa soprattutto per le guerre intestine del Popolo della Libertà”. E oggi che il centrodestra è di nuovo spaccato cosa fare? I socialisti lo spiegano così: “Se ne è parlato nell’assemblea del socialisti di domenica scorsa, convocata soprattutto per discutere del nuovo corso del partito a Sant’Anastasia, ritornato saldamente ad essere Partito Socialista Italiano. Oggi troviamo un sindaco con una maggioranza risicata, un commissario all’orizzonte e quindi altri anni di immobilismo. Inoltre abbiamo un comune indebitato, e dall’altra parte piani e progetti quasi pronti, già disponibili, come i Piani di Insediamento Produttivo, che potrebbero invece dare ossigeno alla nostra disastrata economia. Ci siamo chiesti se i tagli alle spese, le decisioni impopolari, le debba prendere un commissario esterno o dobbiamo essere ancora noi a dovere e poter decidere. Ci siamo chiesti ed abbiamo chiesto ai nostri elettori qual’era il male minore, e la risposta è stata univoca. Tentiamo di andare avanti, di realizzare i nostri programmi, senza assolutamente partecipare alla gestione di questa amministrazione e quindi non entrando in Giunta, ma dando il nostro appoggio qualora le nostre idee e i nostri programmi possano trovare un positivo riscontro”.

Messaggi

  • Capuano è il commissario di una sezione commissariata, nei partiti funziona così, è normale che qualcuno non è d’accordo, ma così è. Lo stesso vale per il Partito Democratico apparentemente monopolizzato da Giovanni Barone, che ha attriti personali contro il sindaco e contro Capuan o da sempre. Andare alle elezioni con venti candidati sindaci? Con un comune dove tutti sono contro tutti? Per carità, lasciateci in pace e goernate, questo sindaco l’avete eletto e mo ve lo tenete

    • Il voto vale molto, il sindaco Carmine Esposito è stato eletto e lì rimane, nonostante le defezioni di alcuni consiglieri. Purtroppo ha sbagliato il sindaco ha promettere a costoro mari e monti, persone con problemi personali di abusi edilizi o peggio sequestri importanti,qualcuno ci ha creduto (ci è cascato) e l’ha votato. Eliminare la zona rossa? pagliacciate, eliminare i vincoli? Pagliacciate, ma l’avete votato cari signori. A proposito chiedo alla brava giornalista, perché oltre che parlare di beghe poco interessanti non tiriamo fuori grandi questioni di cui nessuno vuole parlare, tipo che per l’area Giangugliemo hanno perso pure in consiglio di Stato e dunque l’area è definitivamente di proprietà comunale???? E vogliamo dire che lo stesso è successo per la villa Tortora Braida dove hanno perso in tutti i gradi di giudizio e quindi gli abusivi se ne devono andare??? In questo caso è però il sindaco che non ha proprio voglia di cacciarli, e noi paghiamo...

    • Alla fine c’è un grande accanimento contro le persone perbene, quelle che non possono nuocere, si fanno le pulci ai professionisti, medici, impiegati in pensione, ma sia sui blog su internet, sia negli articoli di questo gironali on line è impossibile leggere una sola parola su camorristi, personaggi che hanno seppellito rifiuti tossici anche a sant’anastasia nei loro terreni, malaffari veri, usurai che hanno inquinato l’economia anastasiana per decenni strozzando gli imprenditori e la povera gente. Qualcuno è stato pure arrestato, ma non leggiamo un rigo su queste vicende!

    • Signora Assunta raramente mi è capitato di leggere un commento più stupido del suo. Su questo giornale e su quelli firmati da altri di validi colleghi si è scritto spesso di camorra e camorristi ricevendo minacce e problemi...questo non ci esime dallo scrivere di politica. Smetta di difendere l’indifendibile...i bravi professionisti cui si riferisce sanno benissimo difendersi da soli e probabilmente gliene importa molto poco di quello che pensa lei.

    • va bene, prendo atto. Ma non ho letto dell’arresto del bravo "faccendiere" che da impiegato delle ferrovie ha costruito un impero gonfiando gli appalti. Il danno che ha creato ai conti pubblici questo signore è superiore a vent’anni di cattiva gestione del comune di sant’Anastasia sia di destra che di sinistra non importa. Decine e decine di milioni di euro. L’ultimo è l’appalto del CNR per 250 milioni di euro. Qui ci tiriamo i capelli se il sindaco spende 1700 euro per la banda di musica. E quello per decenni ci ha fatto spendere miliardi e oggi milioni di euro in più per appalti molto grossi. Scusatemi per la stupidità

    • La notizia cui fa riferimento non l’hanno letta qui perché il signore in questione non è stato arrestato a Napoli e dunque non potevamo saperlo. Riguardo la questione della banda musicale la sfido a trovare quel pezzo su questo sito. Lei ha le idee confuse, prima di sparare giudizi se le chiarisca.

    • Il commissariamento della locale sezione del Partito Socialista e la volontà di dare solo appoggio esterno alla Giunta Esposito ha gettato molti nell’angoscia. I socialiti commissariati (4 gatti) a cui fanno sponda gente che non c’entra niente tipo iscritti dell’UDC che alzano la voce contro il commissariamento. Altri del PD piangono (anche questi pochi) perché pensavano già di vincere le elezioni domani mattina. Ma non avete capito che non ci stanno soldi, che non ci possiamo permettere di fare elezioni ogni anno e che dobbiamo finirla di fare tutti contro tutti???

    • MI SEMBRA CHE LA SIGNORA ASSUNTA VOGLIA
      SPIEGARCI CHI HA RUBATO MEGLIO IN MODO DELICATO E MENO DOLOROSO.....

      FIGURATI A COSA SIAMO ARRIVATI PER DIFENDERE QUESTO SINDACO INDIFENDIBILE

    • Non voglio difendere i ladri, nessuno deve toccare un euro dei soldi pubblici. Chi sa qualcosa su Carmine Esposito e su altri, se hanno rubato, chi srive deve andare dai carabinieri se è un bravo cittadino non scrivere calunnie vaghe sul giornale. Dico solo che nessuno, nessuno, ha il coraggio di dare nome e cognome a chi è acqattato nell’ombra e ruba davvero

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.