Home > Attualità > Comunicati Stampa > De Prospo e Priore presentano "Chi manovrava le Brigate rosse?"

Feltrinelli point - Pomigliano d’Arco

De Prospo e Priore presentano "Chi manovrava le Brigate rosse?"

Silvano De Prospo e l’ex-magistrato Rosario Priore presentano il loro libro “Chi manovrava le Brigate rosse” (Ponte alle Grazie) alla libreria La Feltrinelli Point di Pomigliano d’Arco, presso il polo culturale "La Distilleria" (Via Roma, 281), venerdì 11 maggio 2012 alle ore 18:30; l’incontro, moderato dal giornalista Norberto Vitale dell’Ansa, è promosso dal Centro Culturale Leggimi Forte.

venerdì 11 maggio 2012, di Comunicato Stampa


GLI AUTORI: Silvano De Prospo, giornalista varesino, lavora in radio e
si è occupato spesso di stragi di Stato; Rosario Priore, ex-magistrato
romano, ha seguito fin dagli anni Settanta alcuni dei più importanti
casi giudiziari italiani: dal rapimento Emanuela Orlandi alla strage
di Fiumicino (1973), dal caso Ustica all’attentato a Giovanni Paolo
II.

IL LIBRO: La storia delle Brigate Rosse si incrocia con il mistero
dell’Istituto Hyperion, ufficialmente una scuola di lingue con sede a
Parigi che si sospetta abbia giocato un ruolo durante il sequestro e
l’omicidio dell’onorevole Moro. L’Hyperion fu fondato da alcuni
fuoriusciti delle Brigate Rosse che godevano di protezioni d’alto
rango nella Francia di Mitterrand oltre che di oscuri finanziamenti.
Fu attraverso la scoperta di un traffico d’armi da Venezia a Parigi
che partirono alcune inchieste che portarono all’Hyperion. Quale
legame esisteva fra le Brigate Rosse, altre organizzazioni presenti in
Italia e la nota scuola di lingue? Quali erano le protezioni di cui
godeva e che ruolo aveva la Francia in tutto ciò? Forse il controllo
politico del Medio Oriente?

la Feltrinelli point

Pomigliano d’Arco

Via Roma, 281

pomigliano@feltrinellifranchising.it

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.