Home > Politica > Barone (Pd): “Dal sindaco un delitto contro gli elettori”

Barone (Pd): “Dal sindaco un delitto contro gli elettori”

lunedì 14 maggio 2012, di Gabriella Bellini


Lasciare la seduta per dimostrare che il “re è nudo”. Un’azione che il sindaco Carmine Esposito ha contestato aspramente in consiglio comunale, un’azione che però il capogruppo del Pd, Giovanni Barone spiega così: “L’abbandono del consiglio comunale da parte dell’opposizione di centrosinistra e di quella del Pdl, è stata necessaria. L’ambivalenza politica con cui Esposito e Capuano vogliono nascondere i loro accordi andava smascherata. E’ stato evidente per tutti che la maggioranza eletta non esiste più. Esposito non si dimette, pur essendo sostenuto da soli 10 consiglieri. Carmine Capuano con Giacomo Gammella lo sostengono in questa avventura antidemocratica. I due hanno potuto votare contro il resoconto economico perchè i dieci voti per farlo approvare c’erano. Giocheranno di volta in volta, barcamenandosi tra l’astensione ed il voto espresso. Al momento dell’approvazione del bilancio la situazione sarà più chiara”. Capuano e Gammella, infatti, hanno detto in più occasioni di restare in consiglio “per il bene del paese”, in antitesi con le diatribe che nei mesi scorsi avevano riguardato proprio il sindaco e l’esponente dei socialisti. “Certo è che Capuano ed Esposito stanno ricercando una sintesi sui loro opposti programmi e secondo me lo troveranno anche per la giunta”, continua Barone, “I due posti liberi sono stati lasciati per necessità interne o esterne. E’ un’operazione questa, che poteva essere lecita prima della elezione diretta del sindaco, oggi che l’elettore vota un “unicum”, il sindaco, il programma e la maggioranza consiliare, questo comportamento è un delitto contro la democrazia e contro la volontà del corpo elettorale. Il quadro politico-amministrativo ha subito modifiche irreversibili, solo il ritorno alle urne potrebbe ripristinare la normalità dei ruoli. Purtroppo ciò potrà verificarsi solo con le dimissioni di Esposito. Il tandem Esposito-Capuano non lo permetterà. Esposito vuole mantenere la poltrona, perchè è terrorizzato dal ridare la parola agli elettori, pertanto questa confusione di uomini e di programmi continuerà. Esposito si accontenterà di restare sindaco minoritario, anche se sarà, per la forza dei numeri, ostaggio di Capuano”.

Da metropolis del 13 maggio

Messaggi

  • E ’interessante che i rappresentanti della politica locale hanno trovato una unità impossibile tutti insieme, contro Capuano. Una compattezza che durerà fino al giorno in cui, inevitabilemnte finirà questa amministrazione, poi torneranno a tirarsi i capelli. Il PDL insieme a sinistra e libertà e al PD? Ma quando mai? Ma quali saranno i misteriosi accordi sottobanco, quali affari nasconde la Giunta Esposito non si sa perché nessuno lo dice. Quello che invece si sa è chi e perché ha abbandonato questa amministrazione. I consiglieri in fuga hanno problemi di abusi edilizi, chi addirittura guai giudiziari che secondo lui doveva risolvere il sindaco. Addirittura una era la portavoce degli interessi di Gianguglielmo. Sono queste le persone che Giovanni Barone vuole prendere sotto la sua ala protettrice? E quando durerà? Anche Barone non potrà risolvere questi problemi, non li potrà risolvere nessun sindaco di nessuna amministrazione, per cui, andiamo avanti con Esposito. Chi guarda, schiatta.

    • Egr Dott Giovanni Barone Lei è l’ unico responsabile del fallimento di questa Amministrazione! ormai da quando si insediato il Sindaco Esposito, nel Consiglio Comunale che lo definisce Ignorante politicamente, pertanto toglie quella serenità di governare, ma quale Anastasiano non ricorda in tutti questi anni chi sono stati i politici che ci hanno governato, le faccio un elenco di nomi che continuano ad esserci, si và dal centrosinistra al centrodestra, definisco i maggiori mali quelli che si definiscono socialisti e progressisti, (Carmine Pone; Carmine Esposito, Carmine Capuano, Manfellotto Felice,Vincenzo Romano, Lello Abete, ecc ecc. tutto sta che fanno alleanza con “La Destra” ormai sono cotti e stracotti, Poi ci sono I democristiani Come Il dott: Giovanni Barone , Antonio Dobellini; Raffaele Mollo, la famiglia De Simone, Enzo Jervolino ecc. ecc. infine i Sinistrati sono completamente scomparsi Pasquale Granata , Cortese Giuseppe, Auriemma Filippo, Pasquale Esposito, ecc ecc ancora oggi vi domando siete ancora portatori di una società nuova, non fate che ricordare un passato ormai lontano dove non avete costruito niente di niente per questo paese , ma dico in consiglio comunale non avete altro che pensare alle vostre manie di essere uno contro l’altro lo si faceva trent’anni fa , senza guardare il bene Comune scusate dimenticavo siete quelli di trent’anni fa, vi faccio alcuni accenni, in consiglio non discutete mai sulla scuola , sui trasporti, sulle politiche sociali, sulla vivibilità del paese, ecc ecc, fate un gesto da eroi andate a casa……………………………
      Saluti Sasso

    • Niente da fare siamo ostaggio di Giovanni Barone che deve essere per forza il prossimo sindaco

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.