Home > Attualità > Comunicati Stampa > Ottaviano, volontari in un’ "Azione Sorriso" per aiutare i bisognosi

Ottaviano, volontari in un’ "Azione Sorriso" per aiutare i bisognosi

lunedì 14 maggio 2012, di Comunicato Stampa


La onlus “AZIONE SORRISO”, prende il via ad Ottaviano nel mese di marzo c.a, fortemente voluta da un gruppo di giovani volontari, con lo sguardo rivolto verso i bisognosi del nostro Paese e dei Paesi in via di sviluppo, in particolare del Togo (Africa).
’’...dobbiamo AGIRE con responsabilità, onestà e passione perché sul volto di tutti splenda sempre la luce del SORRISO...’’ – sostiene il presidente G. Parisi –
L’intento è di voler costruire una casa di accoglienza per bambini sfruttati, abbandonati e orfani, in Togo (Africa), nel villaggio di Devego, dove un gruppo di volontari sarà presente per l’intero mese di agosto.
A sostegno di questa causa il 9 giugno si svolgerà la serata di beneficenza "Ballando con gli angeli 6", al Nemo (Nola), il cui ricavato sarà devoluto per l’acquisto e la recinzione del terreno in Togo, per la realizzazione del progetto.

La Onlus nasce dal desiderio di conoscere profondamente l’Altro, di creare una rete di condivisione e di rispetto, ognuno mettendo a disposizione le proprie competenze, tutti accomunati dallo stesso desiderio: il Sorriso dell’Altro senza distanze!
Vari i progetti finora sostenuti dal gruppo di volontari: dalla costruzione del servizio docce presso il Centro Caritas ’’don Tonino Bello’’ di San Giuseppe Vesuviano (NA); ad un progetto nutrizionale per bambini malnutriti nel villaggio di Togoville (Togo - Africa) della durata di 1 anno; a un container carico di farmaci/alimenti/materiale scolastico/abbigliamento/biciclette etc spedito in Togo nel Natale 2011.

info@azionesorriso.it

www.azionesorriso.it

AZIONE SORRISO

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.