Home > Appuntamenti > Pari Opportunità nell’informazione, convegno con l’Ordine dei (...)

Pari Opportunità nell’informazione, convegno con l’Ordine dei giornalisti

mercoledì 16 maggio 2012


Sarà il presidente dell’Ordine dei Giornalisti (OdG) della Campania, Ottavio Lucarelli, a trattare il tema de “Le Pari Opportunità nell’informazione”, nell’ambito del convegno promosso dalla locale Commissione Pari Opportunità e moderato dalla giornalista professionista Gabriella Bellini, in programma giovedì 17 maggio, ore 17:30 presso la Sala Consiliare di Palazzo Siano. L’idea (cui hanno collaborato l’OdG e la fondazione AdAstra, tra gli interventi quello della presidente Fiorella Bilancio) è stata accolta dal sindaco Carmine Esposito e dall’assessore alle P.O. Ciro Castaldo, in quanto nasce per ricordare la giornata della libertà d’informazione nel mondo e divulgare la “Carta per le Pari Opportunità e l’uguaglianza sul lavoro”. La Carta di Parità è stata sottoscritta da aziende e Pubbliche Amministrazioni italiane ed è sostenuta, tra gli altri, dal Ministero Pari Opportunità e da tutte le sigle sindacali. Le azioni disposte dalla carta sono legate a tre obiettivi principali: lottare contro tutte le forme di discriminazione sul luogo di lavoro, valorizzare le diversità all’interno delle organizzazioni aziendali, con particolare riguardo alle pari opportunità tra uomo e donna, e favorire l’occupazione femminile. “Alle donne giornaliste – anticipa la residente della locale CPO e Componente della commissione Regione Campania, Francesca Beneduce - è affidata la responsabilità di evitare che si offra anche all’esterno un’immagine distorta della donna. Così come si evince dalle parole del Ministro Fornero, il giornalismo ha rappresentato lo specchio di una società italiana rissosa, ma le giornaliste con la loro sensibilità possono contribuire a modificare una concezione che vede la donna oggetto di stereotipi di genere e puntare, invece, alla promozione del merito. La nostra “Carta” integra il principio di parità di trattamento nei processi che regolano tutte le fasi della vita professionale e della valorizzazione delle risorse umane; sensibilizza e forma adeguatamente tutti i livelli dell’organizzazione; monitorare periodicamente l’andamento delle pari opportunità e valutarne l’impatto delle buone pratiche”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.